Tipress
Capitan Xhaka
NAZIONALE
16.11.2018 - 15:380
Aggiornamento : 21:03

Svizzera, (ri)alzati e cammina

Dopo la pessima prestazione con il Qatar, la Svizzera vuole riscattarsi contro il Belgio. A Lucerna ci si gioca il primo posto nel girone di Nations League

LUCERNA - La Svizzera è chiamata a rialzarsi. Dopo l’indecorosa prestazione offerta nella tristissima serata di mercoledì a Cornaredo, sfociata nella sconfitta per 1-0 contro il modestissimo Qatar - la nostra Nazionale è chiamata ad un pronto riscatto nella decisiva sfida di Nations League contro il Belgio. Vero che quella di Lugano era “solamente” un’amichevole, disputata perlopiù con una formazione altamente sperimentale e contro un avversario poco appetibile, ma prestazioni del genere non possono essere accettate. Soprattutto a livello di attitudine e impegno. I rossocrociati hanno infatti passeggiato sul campo per praticamente 90 minuti, disputando - e di gran lunga - la partita più brutta nell’era Petkovic.

Domenica (calcio d’inizio previsto per le 20.45), in un catino lucernese esaurito in ogni ordine di posto, le motivazioni e l’ambiente saranno giocoforza totalmente diversi. Il Belgio - numero uno della classifica FIFA - è infatti una selezione che presenta giocatori di altissima qualità - nonostante l’assenza (pesante) di De Bruyne e quella possibile di Lukaku - e verrà in Svizzera per difendere il primo posto del girone e la conseguente qualificazione alla “Final Four” del prossimo giugno. Starà agli uomini di Petkovic tentare di spodestare dal trono i Diavoli Rossi.

Un’impresa, non semplice di suo, complicata dalle numerose assenze di peso nella selezione rossocrociata. Da Breel Embolo a Admir Mehmedi, passando per i due centrali titolari che saranno entrambi indisponibili: Manuel Akanji - come già all’andata - è infortunato, mentre Fabian Schär deve scontare la squalifica rimediata in Islanda. Al loro posto Petkovic dovrebbe puntare su Nico Elvedi e sul redivivo Timm Klose, il cui ultimo gettone in Nazionale risale al primo giugno 2017 contro la Bielorussia. Grattacapi anche sulla fascia sinistra, dove Ricardo Rodriguez è acciaccato. Detto delle condizioni fisiche precarie di molti interpreti, l’esito della sfida dipenderà sostanzialmente dall’atteggiamento che i rossocrociati riusciranno a mettere in campo. Se giocheranno con voglia e attitudine avranno una possibilità di imporsi. In caso contrario sarà il Belgio a fare festa.

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 1 anno fa su tio
Questa frase non mi è nuova ma non ricordo chi l'abbia pronunciata qualche anno fa ;-)) Però, se non erro, era "Alzati e cammina" !! O Gesù ho perso la memoria ;-))
Banz Rolf 1 anno fa su fb
scusate ma avete foto solo di questi 2 , il presente Xhaka e L'Aquila Nano, la Svizzera se non sbaglio ha anche altri Giocatori, molto migliori di questi 2, adesso inviate i vostri commenti paesani ahahahaha
Trasp 1 anno fa su tio
Sono d'accordo, rialzati e cammina! Forza Svizzera!
gabola 1 anno fa su tio
Vola colomba bianca vola...a no,era un aquila
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-22 08:35:12 | 91.208.130.85