+ 4
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
54 min
YB piegato dal Porto. Sorride la Roma, crolla il Gladbach
SWISS LEAGUE
1 ora
Rockets, colpo esterno: secondo successo consecutivo
EUROPA LEAGUE
3 ore
L'EuroLugano lotta, ma cade a Copenaghen
TENNIS
4 ore
Ginevra si prepara a duelli stellari: King Roger inizia in doppio
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Il Ginevra recupera Richard per il match della Valascia
HCAP
7 ore
«Non siamo preoccupati, le vittorie arriveranno»
TENNIS
9 ore
La Golubic non si ferma più: è semifinale a Guangzhou
NATIONAL LEAGUE
10 ore
«L’Ambrì è un esempio, non siamo una comparsa»
NATIONAL LEAGUE
11 ore
Krüger out due settimane, potrebbe tornare a Lugano
CHALLENGE LEAGUE
11 ore
«Se siamo ultimi e perché abbiamo sbagliato qualcosa e dobbiamo lavorare di più e meglio»
NATIONAL LEAGUE
12 ore
Cereda prova Plastino-Fischer, ma potrebbe confermare l'Ambrì di Berna
CHALLENGE LEAGUE
14 ore
Panchina ribaltata: a Chiasso allena Lupi
EUROPA LEAGUE
16 ore
A Copenaghen per scacciare la crisi: esordio del Lugano in Europa
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Uno scatenato Di Maria stende il Real, Juve raggiunta nel finale
MADRID
1 gior
Bale, 700'000 sterline di regalo-pensione: «Sei mesi per il mondo a giocare a golf con gli amici»
UNIHOCKEY
12.09.2019 - 09:270
Aggiornamento : 13.09.2019 - 10:06

Ladies Team agguerrito più che mai tra le grandi dell'unihockey elvetico

Parola al capitano Adela Zulji, a due giorni dall'esordio di NLA: «Vogliamo iniziare per vedere dove siamo e per misurarci subito con questa nuova realtà»

MENDRISIO - Paura? Timore? Ansia? No, nulla di tutto ciò. Coraggio? Curiosità? Voglia di stupire? Sì, questo sì. Le ragazze della Sportiva Unihockey - reduci dalla magica cavalcata che solo qualche mese fa le aveva portate tra le dieci meraviglie del panorama elvetico - sono cariche più che mai e desiderose di "scoprire" il massimo campionato. Per un gruppo unito e coeso come quello ammirato lo scorso anno, capace di centrare la promozione e la semifinale di Coppa Svizzera, nulla è precluso. Nemmeno nel salotto della NLA, dove vi saranno altre nove squadre agguerrite. 

Diverse le novità in casa SUM: dalla presidenza (Fabrizio Zanetti ha preso il posto di Davide Rampoldi), passando per l'allenatore della squadra femminile (Raimondo Minervino al posto di del duo Coppe-Betrisey) e finendo con le tre straniere (sono arrivate Pauline Fylke, Helmiina Stark e Katrine Sleiva). Lo zoccolo duro è comunque rimasto, così come l'anima della squadra. 

Il cammino inizierà sabato pomeriggio, quando al Liceo di Mendrisio giungerà lo Skorpion Emmental Zollbrück (ingaggio d'inizio alle 16). «Siamo pronte - è intervenuto il capitano Adela Zulji - Non è stato facile prepararsi visto il caldo, ma sono convinta che abbiamo comunque svolto un ottimo lavoro. Non vediamo l'ora di iniziare per vedere dove siamo e per misurarci subito con questa nuova realtà».

Cosa dobbiamo aspettarci?
«Non sarà facile, ma siamo fiduciose. Ce la metteremo tutta. Mai come in questo caso è giusto prendere partita dopo partita. L'obiettivo è la salvezza: per ottenerla dovremo essere brave a vincere le partite importanti che per noi sono quelle contro le squadre alla nostra portata».

Il gruppo presenta alcune novità, soprattutto per quanto concerne le giocatrici d'importazione... 
«Esattamente. Abbiamo tre nuove straniere. Già sin dai primi allenamenti abbiamo capito che si tratta di ottimi innesti, soprattutto in attacco ci daranno una grossa mano. Per il resto il gruppo è invariato, la società ha puntato sulla continuità». 

Alla transenna è arrivato Raimondo Minervino, un coach con pochissima esperienza a questi livelli...
«Inizialmente c'è stato un periodo di adattamento, utile per conoscersi. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare un nuovo vice-allenatore che servirà da supporto a Raimondo. Gestire tutto da solo non è evidente. Se pensiamo a una singola partita, ci sono tantissime cose a cui pensare. Ecco perché la società ha optato per questa soluzione».

Quanto è stato difficile ricominciare a sudare dopo la magica cavalcata dello scorso anno? Non c'era una sorta di appagamento?
«Un po' sì, non posso negarlo. Personalmente appena chiusa la stagione ho sentito il bisogno di andare in vacanza. Ero proprio scarica mentalmente dopo una stagione lunghissima e ricca di impegni, finita con gli spareggi. Da un lato c'era sì la felicità per il grande traguardo raggiunto, dall'altra la stanchezza fisica e mentale». 

Per te non sarà la prima esperienza nella massima serie...
«Giusto. Quella con la SUM sarà chiaramente un altro tipo di esperienza. A Coira c'era una squadra che lottava ai vertici e costruita per vincere, mentre qui abbiamo un gruppo di ragazze che - per la maggior parte - giocherà per la prima volta nella massima serie. Siamo dunque consapevoli che sarà una stagione molto diversa da quella scorsa». 

Le prevendite dei biglietti per le partite casalinghe della SUM sono disponibili qui

Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 23:57:21 | 91.208.130.87