TiPress - foto d'archivio
L'OSPITE
16.03.2021 - 11:330

A Mendrisio è tempo di decisioni...

Gruppo LEGA UDC UDF, Mendrisio, lista 3

Lunedì 15.03.2021 si è tenuta l’ultima seduta del Consiglio Comunale per questa legislatura e all’ordine del giorno c’era la concessione di un diritto di superficie a Genestrerio (un terreno attualmente verde) a favore di una fondazione di diritto privato che edificherà la palestra SportAcademy. Per evitare illazioni diciamo subito che riteniamo questo progetto sicuramente interessante, di pubblica utilità per formare atleti d’élite e per coinvolgere i ragazzi in attività sane ed educative. Vanta anche il pregio di scaricare le nostre palestre che non sono più sufficienti per le molteplici attività sportive e materiale più sicuro e moderno. Non è quindi questo il punto principale dei nostri dubbi.

I nostri elettori ci hanno sempre resi attenti alle spese della nostra città per evitare, oggi più che mai, un rialzo del moltiplicatore comunale che andrebbe a mettere le mani in tasca ai cittadini contribuenti. Questo in un periodo normale sarebbe per noi già poco percorribile
immaginatevi in un periodo post pandemico dove le incognite e le fragilità sono aumentate. È proprio questo contesto fragile che ha spinto il nostro gruppo a non voler fare un salto nel vuoto senza un materasso che ci protegga, cioè il voto con quella fretta (senza valutazioni finanziarie) che spesso diventa cattiva consigliera e che ha tanto il sapore di propaganda elettorale.

Riteniamo infatti che il Messaggio non sia stato dibattuto approfonditamente in Commissione e ancora tanti punti interrogativi restano aperti nonostante le spiegazioni del Capo Dicastero. Tra questi interrogativi a titolo d’esempio, possiamo citare come il business plan sia pieno di incognite e sia nebuloso e che comunque prevede già un successivo messaggio che impegnerà la Città di Mendrisio a versare anche un contributo minimo di CHF 230'000, oltre alla cessione del terreno in discussione.

È bene ricordare che quando diciamo Città intendiamo i contribuenti. Naturalmente vediamo ben difficile, una volta accettato questo messaggio, dire di no al contributo del messaggio che seguirà. Non si può infatti illudere delle società dando dei diritti sul terreno e poi magari “sul più bello” fargli mancare il sostegno finanziario per la realizzazione. Ci sembra un semplice discorso di coerenza e chiarezza. Diventa quindi impensabile per noi scindere l’aspetto finanziario da quello del diritto di superficie soprattutto in questo periodo di incertezza finanziaria per le casse del Comune, scusate del Cittadino... Abbiamo chiesto di permettere anche alla Commissione della Gestione di analizzare il messaggio, per avere così un occhio critico dal profilo finanziario che tanto preoccupa il nostro gruppo, purtroppo, anche se a proclami tutti sono attenti alle finanze, alla resa dei conti invece la nostra proposta è stata bocciata.

Per noi la qualità di vita del cittadino è una priorità ma soprattutto in questo periodo storico riteniamo di particolare importanza anche il controllo della spesa pubblica che in questo caso da zero apparente passa a minimo CHF 230'000 e da valutare poi a suon di Messaggi. Non vogliamo poi citare impatti ambientali, ad esempio un prato ora verde che sarà edificato, oppure pensiamo al traffico indotto, ecc. che meriterebbero un capitolo a parte.

A Mendrisio è sì tempo di decisioni.... Ma non tutti vogliono prenderle con i dovuti approfondimenti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-01 08:22:35 | 91.208.130.87