Matteo Muschietti
L'OSPITE
27.03.2021 - 11:110

Coldrerio non è il “cacatoio” d'Europa

Matteo Muschietti, Municipale Dicastero Ambiente, Coldrerio

A Coldrerio esiste una stazione autostradale dagli anni '70, l'ultima prima di arrivare al confine di Stato. La maggior parte dei turisti si ferma per fare l'ultimo pieno di benzina, rifocillarsi e fare i proprio bisogni corporali. Attualmente il costo della benzina è molto più caro che nei distributori del Mendrisiotto e i turisti attenti escono a Mendrisio e si recano nelle piccole stazioni locali per fare il pieno di carburante. La stazione di Coldrerio è pure meta di fermata degli autotreni, che non possono circolare sull'autostrada di notte e durante i giorni festivi. Capita quindi di vedere decine e decine di questi bisonti della strada posteggiati sull'area di servizio. In Svizzera fare i propri bisogni è sottomesso ad una tassa per accedere ai servizi che solitamente si eleva a 1 franco. Ritengo il reddito generato nelle aree di servizio abbastanza buono perché si possa fare a meno di questa tassa. Anche l'Italia si è mossa verso la gratuità delle toilettes negli ultimi anni.

La stazione di Coldrerio è di proprietà dello Stato del Canton Ticino. Invece di usare i servizi della stazione, a pagamento, gli autisti degli autotreni (soprattutto per defecare), escono dal cancelletto e si recano nel bosco sottostante. Per lavarsi, soprattutto durante la bella stagione, si recano alla chiusa del fiume Roncaglia. Succede così che si trovano escrementi umani, lembi di carta igienica imbrattati, ecc, che non sono un buon biglietto da visita per chi si reca sulla dorsale pedestre per raggiungere la Valle della Motta ed il Mulino del Daniello. Questo scempio dovrebbe cessare.

Lo Stato del Canton Ticino dovrebbe mettere a disposizione un servizio apposito per questa categoria di lavoratori, dove possano lavarsi e fare i propri bisogni corporali in tutta gratuità. È indecente che negli anni duemila, esistano tali situazioni! Si stanzi quindi da subito un credito per questa opera di primaria importanza, ponendo fine a questa incresciosa situazione, che obbliga il comune di Coldrerio a far intervenire gli operai comunali per la pulizia del bosco. Coldrerio non è il “cacatoio” d'Europa, né vuole ambire a questo grottesco titolo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-14 14:01:45 | 91.208.130.89