keystone
ULTIME NOTIZIE People
ISRAELE
2 ore
È nato il primo figlio di Quentin Tarantino
Si tratta di un maschietto, avuto dalla moglie Danielle, ed è venuto alla luce a Tel Aviv
STATI UNITI
5 ore
Gli universi di “Better Call Saul” e “Breaking Bad” pronti a scontrarsi
Arriva anche su Netflix (da domani) il primo episodio della quinta stagione dedicata alle vicende di Jimmy McGill
VIDEO
STATI UNITI
8 ore
Non vi eravate mica dimenticati di “Westworld”, vero?
La serie robotica di HBO si è mostrata in un trailer con diversa gente nuova e che cambia tutte le carte in tavola
STATI UNITI
20 ore
Torna "Friends", confermata la puntata speciale
Jennifer Aniston, Courteney Cox, Lisa Kudrow, David Schwimmer, Matt LeBlanc e Matthew Perry insieme ancora una volta
ITALIA
1 gior
Mara Venier tirannica con i suoi collaboratori?
Lontano dalle telecamere la conduttrice sarebbe un vero e proprio diavolo, lo denunciano le vittime delle sue sfuriate
ITALIA
1 gior
È pioggia di auguri vip per i 40 anni di Tiziano Ferro
Le celebrità si mobilitano sui social per coccolare la popstar che si trova in un momento particolarmente felice
STATI UNITI
1 gior
Baby Yoda arriva sugli scaffali
Hasbro lancia un animatronic con le fattezze del beniamino di "The Mandalorian".
ITALIA
2 gior
Sanremo troppo maschilista? Rai multata per un milione e mezzo di euro
L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni italiana ha bacchettato l'azienda radiotelevisiva pubblica.
STREAMING
ITALIA
2 gior
Al Bano e Romina di nuovo insieme (in un disco)
"Raccogli l'attimo", annunciato a Sanremo, contiene anche un arrangiamento reggaeton de "Il ballo del qua qua"
STATI UNITI
2 gior
Quello che finisce su Netflix
Uno sguardo al catalogo della piattaforma tra serie concluse, addii dolorosi e storie lasciate a metà.
ITALIA
2 gior
Antonella Clerici, dedica speciale per la sua Maelle
La figlia compie 11 anni e la conduttrice si lascia andare a un tenero post
CANTONE
19.08.2014 - 06:100
Aggiornamento : 24.11.2014 - 19:36

Ticino, una terra invasa dagli zombie?

In un blog letterario, il giovane scrittore Mattia Bertoldi ha immaginato un cantone in piena emergenza morti viventi

LUGANO - Di blog ne è pieno il web. E, a dirla tutta, ormai non vanno più per la maggiore, viviamo nell’era di Facebook. Così non stupisce affatto che il blog di Cristiano Camporosso, momò di Pedrinate, sul quale il giovane racconta la sua quotidianità non se lo sia filato praticamente nessuno, almeno fino al 24 dicembre 2013. Proprio quel giorno sul suo diario digitale Camporosso si lamenta che la televisione non va e che pure i maggiori portali web sono in panne.

Così si mette in contatto con i suddetti, manda un paio di mail, qualcuno risponde: “Ha aggiornato i cookies? Lo faccia e riprovi!”. Ma il motivo di questa débâcle globale, sempre secondo lui è uno solo: un’invasione di zombi ha colpito il Ticino. Sul sito inizia così, un post al giorno, l’incredibile storia di un viaggio in un Cantone invaso dai morti viventi. Dopo diversi mesi, cento post e 130 000 battute, l’epopea è arrivata alla conclusione: il Gottardo.

L’avventura para-reale di Cristiano, seguita da alcuni media (increduli e pure un po’ divertiti) e diversi appassionati (che invece partecipavano al gioco di finzione) è un esperimento narrativo digitale dello scrittore ticinese Mattia Bertoldi, classe 1986. L’idea, ci conferma il giovane autore “Non è completamente originale, si tratta di una declinazione locale di una moda che con la serie tv The walking dead ha raggiunto l’apice”.

L’innovazione sta però nella forma/formula narrativa: “Prima di iniziare questa mia opera ci ho pensato bene, avevo bisogno di un alias affinché il tutto restasse più convincente. In Ticino tutti si conoscono, avevo bisogno di un vero e proprio Signor Nessuno. Anche la scelta del blog è stata voluta, avevo pensato ai social network ma la cosa rischiava di diventare ingestibile e perdere di incisività”.

Sul web i mondi narrativi spaventosi, condivisi e co-creati dagli utenti, spopolano. “Sharare” il brivido contribuisce a renderlo più vero, anche se vero non è.

Il gioco fra finizione e realtà è quello che ha tenuto in piedi il racconto e ha portato sempre più ticinesi a cliccare sul blog: “C’è chi ha preso Cristiano per un mitomane ma c’è anche chi ha partecipato al gioco inviandogli delle mail in cui raccontava la sua avventura nell’apocalisse zombi. Spesso e volentieri ho integrato queste storie parallele, che ho letto solo io, nel racconto”.

Come spesso capita con le storie di zombi qualcuno ha voluto leggerci qualcosa di più, una sorta di critica sociale. “I morti viventi e l’epidemia che li genera, arrivano dalla vicina Italia. Un’invasione mortifera che qualcuno ha paragonato agli effetti nefasti del frontalierato. Anche il saluto di Cristiano al Ticino, lui è diretto verso Zurigo dove c’è la cura all’epidemia, è stato visto in maniera simbolica. C’è chi l’ha interpretato in chiave lavorativa, l’emigrazione verso lidi più verdi, e chi addirittura ha pensato che fosse una richiesta d’aiuto e che stava per suicidarsi! Ovviamente si tratta di interpretazioni personali.”

L’interesse per la saga di Camporosso ha avuto un paio di picchi di clic: “La parti che sono state linkate e lette di più sono state l’inizio e la fine, ma anche quella legata all’attraversamento del Ceresio e alla lotta del gruppo di sopravvissuti con la versione non-morta di un noto condutture di Radio 3iii…”

In conclusione Ticino Zombies è stato un esperimento interessante e “molto soddisfacente”, ma ce la può fare un giovane scrittore a sbarcare il lunario? “Certo che sì, bisogna però affiancare alla scrittura puramente creativa anche quella professionale”.

Tutta la storia di Cristiano Camporosso la trovate online su ticinozombies.blogspot.ch

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-23 19:05:08 | 91.208.130.86