STATI UNITI
21.05.2011 - 08:500
Aggiornamento : 16.11.2014 - 21:15

Annunciata per oggi la fine del mondo

Oggi, 21 maggio, a mezzanotte, è la data stabilita per il giorno del giudizio universale. Lo dice Harold Camping, leader di una comunità cristiana. E sono migliaia gli americani che credono alla sua profezia

NEW YORK - Negli Stati Uniti da diversi mesi non si fa che parlare d'altro. Da noi in Europa, la notizia è passata abbastanza sotto silenzio. Oggi, 21 maggio, a mezzanotte,  è la data stabilita per il giorno del giudizio universale. Insomma per la fine del mondo è solo questione di ore. Ne è convinto Harold Camping, il leader di Family Stations, una comunità cristiana con sede in California che divulga la propria interpretazione della Bibbia attraverso la stazione radiofonica Family Radio Worldwide, di proprietà dello stesso Camping.

Sono migliaia gli americani che credono alla profezia del reverendo Harold Camping. In sostanza chi crede alla profezia sarà accolto in Paradiso in un evento chiamato "ratto salvifico"; mentre i non credenti saranno lasciati sulla Terra e scompariranno col pianeta.
Il fondatore dell'organizzazione religiosa afferma che il libro sacro della religione cristiana sia stato scritto in forma di calendario e che dopo un'attenta analisi, i fedeli di Family Stations siano riusciti a risalire a un data esatta. "Senza ombra di dubbio, il 21 maggio sarà il giorno del giudizio" ha affermato Harold Camping sul sito ufficiale di Family Radio. "Il giorno del giudizio è temuto dal mondo, ed è il giorno in cui Dio scenderà in Terra e distruggerà il tutto per colpa dei peccati dell'umanità. Il mondo ha ragione a ritenere che il giorno del giudizio arriverà presto. La Bibbia ci dà informazioni corrette e precise su quel giorno", e continua scrivendo in lettere maiuscole: " la fine del mondo è quasi giunta! Dio porterà in terrà il giorno del giudizio il 21 maggio 2011".

La notizia ha interessato i media se non altro perchè Camping e un'altra decina di fedeli da diversi mesi a questa parte sono in viaggio in lungo e in largo per gli Stati Uniti (il loro tour si chiama  "Project Caravan") per portare la parola di Dio e avvertire della fine. Si parla di 2200 cartelloni in giro per l'America. Hanno però anche una buona notizia: "Un gruppo eletto di persone verrà salvato e portato in paradiso, mentre i peccatori patiranno 153 giorni di sofferenze prima che l'apocalisse definitiva si verifichi il 31 ottobre".

Di fronte alla notizia c'è chi la buttata sul ridere come ad esempio il sito dei Centers for Disease Control and Prevention, che fa capo al governo e fornisce informazioni "credibili e affidabili" sulla salute, le emergenze e i disastri. Il sito ha pubblicato una serissima pagina con il kit della salvezza in caso di invasione di zombie.  Che cosa serve? Acqua, medicine, coltelli, una radio a batterie, sapone, asciugamani, un cambio di indumenti e i documenti di identità. Il sito invita a decidere un luogo in cui ritrovarsi se gli zombie invadono la casa, a elaborare un piano di fuga e a tenere sotto mano i numeri di emergenza. "Potete anche ridere ora", si legge," ma quando succederà sarete felici di avere letto questa pagina. E magari avrete imparato qualcosa anche su come essere preparati a un'emergenza vera".
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 22:40:05 | 91.208.130.85