Cerca e trova immobili

STATI UNITIIl padre di Britney Spears ha presentato una richiesta per terminare la tutela legale sulla figlia

08.09.21 - 11:30
«Se ritiene di poter gestire la sua vita, allora è giusto che abbia una possibilità»
keystone-sda.ch / STF
Il padre di Britney Spears ha presentato richiesta per terminare la tutela legale della figlia.
Il padre di Britney Spears ha presentato richiesta per terminare la tutela legale della figlia.
Il padre di Britney Spears ha presentato una richiesta per terminare la tutela legale sulla figlia
«Se ritiene di poter gestire la sua vita, allora è giusto che abbia una possibilità»

LOS ANGELES - Si potrebbe essere vicini a mettere la parola fine al caso della tutela legale di Britney Spears. Il padre Jamie ha presentato una richiesta ufficiale al tribunale di Los Angeles, con la quale afferma che se la figlia «vuole mettere fine alla tutela e ritiene di poter gestire la sua vita, allora è giusto che abbia una possibilità».

La tutela legale da parte di Jamie Spears fu imposta nel 2008, quando la popstar rimase vittima di una grave crisi nervosa. Negli anni questa condizione era stata vissuta da Britney sempre più come una prigione e negli ultimi mesi aveva parlato manifestamente dei presunti abusi subiti da parte del padre, che l'aveva costretta a lavorare e assumere farmaci. Nel corso della testimonianza rilasciata il 23 giugno la 39enne aveva dichiarato che il padre le aveva rovinato la vita e che «amava» sentirla soffrire.

«La tutela ha aiutato la signora Spears a superare una grave crisi esistenziale, a riabilitare e far progredire la sua carriera, e a mettere in ordine le sue finanze e i suoi affari. Ma di recente le cose sono cambiate» si legge ancora nel documento. 

L'avvocato difensore di Britney parla di una gigantesca vittoria legale ma annuncia che la battaglia non è ancora finita: «Sembra che il signor Spears creda di poter cercare di evitare la responsabilità e la giustizia, compreso l'accoglimento di una deposizione giurata e la risposta ad altre scoperte sotto giuramento» ha dichiarato Mathew Rosengart. Non manca poi una frecciata a Jamie Spears, accusato di aver diffuso ai media «in modo inappropriato» la petizione. «La nostra indagine continuerà», assicura Rosengart.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE