I Nostran calano il "Dü da pic"
NOSTRAN
Nuovo EP per i Nostran.
ULTIME NOTIZIE People
ITALIA
1 gior
È il personal trainer Matia il nuovo amore di Gabriel Garko
L’attore aveva tenuto nascosta l’identità del partner
STATI UNITI
1 gior
Cher fa causa alla vedova di Sonny Bono per i diritti d'autore
In particolare, la cantante si riferisce alle canzoni realizzate insieme a Bono
ITALIA
1 gior
Ambra Angiolini sull’addio ad Allegri: «Ci si allontana da chi non c’è mai stato»
L'attrice ha utilizzato una citazione con parole piuttosto dure per la fine della sua storia d'amore
BELLINZONA
1 gior
Milena Vukotic a Bellinzona per Castellinaria
La popolare attrice riceverà il Castello d'Onore
ITALIA
1 gior
Elodie paparazzata con un affascinante modello
Dopo le voci della presunta crisi con Marracash la cantante fotografata insieme a Davide Rossi
SVIZZERA
1 gior
«Non ci guardiamo indietro», il grande ritorno dei 77 Bombay Street
Carichi, più saggi, e pieni di energia: l'atteso ritorno della band elvetica è ora realtà
ITALIA
1 gior
L’accusa della figlia di Ambra Angiolini ad Allegri: «L’ha tradita»
La 17enne Jolanda si è sfogata su Instagram contro l’ormai ex compagno della madre e contro Striscia la Notizia
Stati Uniti
2 gior
L'attore Jonah Hill chiede ai fan di non esprimersi più in merito al suo corpo
«Che siano commenti gentili o cattivi, non mi aiutano e non mi fanno sentire bene»
REGNO UNITO
2 gior
Daniel Craig e quella passione per i bar gay
L'ultimo interprete di James Bond ha raccontato di preferire, sin da giovane, i bar gay a quelli etero
REGNO UNITO
2 gior
Viaggi nello spazio? «Dovremmo prima salvare la Terra»
Secondo il Duca di Cambridge, «le grandi menti» dovrebbero concentrarsi prima sul nostro pianeta
ITALIA
2 gior
Finita la storia d’amore tra Ambra Angiolini e Max Allegri
L’attrice e l’allenatore della Juventus si sono lasciati
Regno Unito
3 gior
La regina Elisabetta sta invecchiando
Non aveva mai utilizzato un aiuto per camminare per motivi che non fossero espressamente medici
CANTONE
31.03.2021 - 06:300
Aggiornamento : 10:49

I Nostran calano il "Dü da pic"

Secondo EP in sei mesi per la band, che in queste ore ha pubblicato il videoclip de "La partida a cart"

BELLINZONA - A soli pochi mesi di distanza da "Al prim gott", i Nostran - ovvero Igor "Ul Pescia" Pesciallo (voce), Lorenzo Barenco (chitarra), Donat Walder, (chitarra), Mila Merker (basso) e Daiv Pucci (batteria) - tornano con un nuovo lavoro discografico.

"Dü da pic" è forte di sei energici brani, che costituiscono il segmento centrale dell'annunciata trilogia che dovrebbe completarsi, con un terzo Ep, nei prossimi mesi. Ne abbiamo parlato un po' con Donat Walder.

Il vostro primo EP è uscito in autunno e ora siete qui con un nuovo lavoro: siete parecchio prolifici...
«Qualche anno fa era quasi la norma che un gruppo, anche di dilettanti come lo siamo noi, realizzasse un album nuovo ogni due anni. Se poi andiamo indietro di qualche decennio le pubblicazioni erano ancora più ravvicinate. Si potrebbe dire che stiamo in qualche modo cercando di mantenere quel tipo di ritmo, con la differenza che la pubblicazione viene suddivisa su più momenti a scadenze di circa sei mesi».

Ci sono più analogie o differenze con "Al prim gott"? Cosa contraddistingue l'Ep, dal punto di vista musicale?
«Direi che ci sono numerosi elementi di continuità, ma anche alcune differenze. Come nel primo lavoro, una parte delle canzoni era già sta scritta in precedenza, mentre altre si sono aggiunte strada facendo. In entrambi gli EP abbiamo voluto che ci fosse la giusta eterogeneità, che fossero rappresentate le varie sfaccettature della nostra musica. Se devo mettere in evidenza una differenza, direi che in “Dü da pic” le melodie sono forse mediamente un po’ più epiche e trascinanti e il suono è globalmente più pesante».

I testi, se non sbaglio, sono in larga misura all'insegna dell'ironia...
«Certo. Benché l’aspetto per noi fondamentale sia sempre la musica, i testi giocano un ruolo importante e vogliamo che da essi trapeli sempre l’aspetto ironico. Ciò è sicuramente influenzato anche dal fatto che utilizziamo il dialetto. In gran parte i testi raccontano piccole storielle o situazioni. Ovviamente le speranza è che queste possano in qualche modo divertire e intrattenere piacevolmente chi li ascolta per qualche minuto. È anche vero che alcuni sono poi piuttosto allusivi e segnati da diversi doppi sensi, neanche tanto mascherati; cerchiamo però di non cadere mai nella volgarità gratuita e preferiamo appunto giocare sull’ironia».

In che modo una partita a carte può diventare una metafora dell'esistenza, come dite in "La partida a cart"?
«Come in una partita a carte, anche nella vita entrano in gioco molte variabili: la fortuna, l’abilità, la furbizia, la capacità di bluffare e, perché no, anche di barare in modo più o meno efficace. Forse a distribuire le carte c’è una sorta di destino, al quale, come già sapevano gli antichi, sottostanno perfino gli Dei. Forse a mescolare il mazzo è la genetica, l’evoluzione o solo il caso. Poco importa... L’importante è rendersi conto che una sola carta, per quanto sia sottile, a volte può fare una grande differenza».

Il videoclip di questo brano è stato girato in una location molto suggestiva. Come vi è venuta l'idea?
«Molte volte, passando davanti alla villa de “I Rigattieri” di Verscio, ho pensato che sarebbe un luogo fantastico per girare un videoclip. Quando abbiamo deciso di realizzarne uno per “La partida a cart” ci siamo detti che era giunto il momento di concretizzare l’idea. La canzone si prestava perfettamente a quell’atmosfera così fuori dal tempo e Luca Barblan è stato disponibilissimo e ci ha aperto il suo magico regno».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 20:37:43 | 91.208.130.85