Keystone
ITALIA
16.09.2020 - 12:000

Arisa: «Porto una parrucca, come Naomi Campbell»

La cantante ha parlato di ritocchini, like sui social e... la sua nuova passione: «Così mi sento carina»

ROMA - Arisa è tra i personaggi del mondo dello spettacolo che può vantare una fan-base molto affezionata e calorosa, con la quale la cantante ama comunicare attraverso i social network. Stavolta, però, l’artista ha scelto un’intervista al settimanale Oggi per parlare del suo look e in particolare di due scelte che hanno fatto discutere parecchio i suoi follower.

Il primo argomento, già affrontato in passato, riguarda la chirurgia estetica, Arisa ha ammesso di essere ricorsa al bisturi, ma anche aggiunto di essersene pentita: «Sì, ho ceduto a un ritocchino alla labbra - ha dichiarato la cantante -, ma se tornassi indietro non lo farei più. Può essere giusto cambiare una parte del corpo se non ti piace, ma lo stimolo deve venire da te, non dagli altri. Non bisogna cambiare per il gradimento di Instagram. In qualche modo mi piacerebbe abbattere il culto dell’apparenza. Purtroppo sui social vince l’apparenza, pure se è finta. Se metto una mia foto con i capelli rasati ho mille like, se posto una con la parrucca ne becco 20 mila».

La cantante pare essersi pentita anche di un’altra decisione, ovvero quella di tagliarsi i capelli quasi a zero. Negli ultimi tempi, infatti, Arisa ha iniziato a indossare delle parrucche, spiegando con la solita determinazione la sua scelta: «Da oggi indosserò questa parrucca fino a quando non cresceranno i miei capelli. Guai a chi fiata - ha detto la cantante -. Nella cultura afroamericana quasi tutte le donne indossano parrucche. Anche Naomi Campbell, quindi posso farlo anch’io».

La decisione di portare una parrucca ha portato Arisa anche a riflettere sul ruolo dei social network: «Mi sono messa la parrucca per vedermi più carina e in effetti ogni volta che mi metto la parrucca sui social succede un casino, la gente inizia a mettermi like, a ripostarmi. Ma deve servire una parrucca per farmi amare? Questo sta diventando un po’ il destino delle donne. Siamo costrette ad essere sempre lì a mostrarci un po’ di più».  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 03:14:34 | 91.208.130.85