Keystone / CSIRO
AUSTRALIA
30.07.2020 - 06:300

Scienziati si ispirano al mondo Marvel per dare un nome ai nuovi insetti scoperti

Non sono stati scelti a caso: ogni denominazione è il risultato di un attento studio

MELBOURNE - Come si decide quale nome deve avere un animale o pianta appena scoperti? Non esiste una regola generale: c'è chi si ispira al nome dello scopritore, chi al team di ricerca, e chi si affida alla fantasia. E poi ci sono i ricercatori del CSIRO (l'Organizzazione per la ricerca scientifica e industriale del Commonwealth), che hanno pensato di rifarsi agli eroi della Marvel. 

Gli scienziati erano incaricati di dare un nome a ben 165 nuove specie scoperte di recente. Così da qualche giorno esiste la mosca Deadpool, la mosca Thor, la mosca Loki, la mosca Vedova Nera e non poteva mancare la mosca Stan Lee. 

E i nomi non sono stati scelti di certo a caso: ad ogni insetto è stato affibbiato il nome più congeniale. La mosca Deadpool ad esempio presenta alcuni segni sulla schiena che ricordano la maschera del supereroe. Gli occhi della mosca Stan Lee ricordano invece gli occhiali del visionario della Marvel.

Ovviamente i ricercatori hanno dovuto dare anche un nome scientifico alle nuove specie, per poterle catalogare correttamente. Così la mosca Deadpool si chiama "Humorolethalis sergius" che sembra ricordare un umorismo letale tipico del supereroe (in verità "Humorosus" significa umido, bagnato). La mosca Thor si chiama "Daptolestes bronteflavus" che significa tuono biondo, la mosca Loki "Daptolestes illusiolautus" (elegante inganno), ma mosca Vedova Nera "Daptolestes feminategus" (donna che indossa la pelle) e la mosca Stan Lee "Daptolestes leei". 

Gli scienziati hanno dato il nome in totale a 151 insetti, otto piante, due pesci, un acaro e tre sottospecie di uccelli.   

Il dottor Bryan Lessard, che sui social media si fa chiamare "Bry the Fly Guy", ha affermato che nominare nuove specie «è un superpotere importante che aiuta a risolvere molte sfide del mondo».

La dottoressa Juanita Rodriguez, esperta di api e vespe del CSIRO, ha dichiarato che nominare nuove specie ha un lato divertente, ma si tratta anche di scienza essenziale per le nostre vite quotidiane: comprendere le differenze tra le specie può aiutare a salvare la vita degli animali e le nostre. «È utile identificare nuove specie di insetti che potrebbero rivelarsi utili impollinatori, "riciclatori" di nutrienti o la prossima fonte alimentare a supporto del settore agricolo». 

Keystone / CSIRO
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-30 10:03:04 | 91.208.130.87