mobile report Segnala alla redazione
WB
GAMES
02.05.2018 - 10:000
Aggiornamento 12.06.2018 - 11:58

Il nuovo game di Harry Potter per dispositivi mobile non è tremendo

"Harry Potter: Hogwarts Mistery" è una giochino semplice ma davvero magico e in grado di stregare chiunque, ma occhio al portafoglio!

 

LOS ANGELES - Sono molti gli universi immaginari di film e/o libri che si presterebbero come base per un buon videogioco ma sono pochissimi, invece, quelli che poi riescono davvero a diventarlo.

Una difficile traduzione - Il mondo magico di Harry Potter vergato dalla penna di J.K. Rowling non fa eccezione: sebbene negli anni i titoli tratti dalle pellicole cinematografiche siano stati diversi, nessuno è mai risultato veramente memorabile. Il motivo? Difficile generalizzare ma di sicuro la necessità di aderire a trame già scritte ha avuto il suo bel peso.

Quei magici anni '80 - "Harry Potter: Hogwarts Mistery" realizzato da Jam City e disponibile da una settimanella per i dispositivi iOS e Android, in questo senso, cambia un po' le carte in tavola. Racconta una storia originale ambientata negli anni '80 e 7 anni dopo la scomparsa di Voldemort e la morte di James e Lily Potter. Al centro della vicenda l'avatar del protagonista: aspirante maghetto/a fresco di arrivo a Hogwarts.

Tutto comincia con un gufo - Dopo aver creato il nostro alter-ego magico sarà tempo di gettarsi a capofitto nell'avventura partendo, come è giusto, proprio da Diagon Alley. L'impostazione è quella del gioco di ruolo estremamente semplificato: ci verrà richiesto di navigare la scuola di magia, partecipare a lezioni, stringere amicizie (ed evitare i classici bulletti) e svelare un mistero che avvolge la scomparsa di nostro fratello.

Metti energia nella tua bacchetta... - Alla base del sistema di gioco ci sono i punti energia, che si spendono per svolgere le azioni che  servono per completare le varie missioni. Questi si rigenerano con lo scorrere tempo e capiterà di dover aspettare qualche oretta prima di aver fatto di nuovo "il pieno". Starà al giocatore decidere se gestirli con saggezza o se buttarsi a capofitto... mettendo mano alla carta di credito. 

... e occhio al portafoglio - Già perché, come altri titoli gratuiti, anche "Hogwarts Mistery" non nasconde la sua volontà di infilarti le mani un po' in tasca e non solo con i sopracitati punti energia. Anche gli oggetti cosmetici per il nostro avatar - si va dai tagli di capelli stilosi passando per occhiali e sciarpe della nostra Casa fino ai vestiti "civili" - hanno prezzi elevatissimi e sono difficilmente ottenibili nelle prime fasi di gioco se non si acquistano, a suon di contanti reali, gemme o monete d'oro.

Strangolati da una pianta - A mostrarci un po' l'andazzo generale ci penserà una delle prime missioni del gioco nella quale, come il buon vecchio Harry, rimarremo intrappolati fra le verdi spire del rampicante tranello del diavolo. Per liberarci necessiteremo più energia di quanta ne abbiamo, e quindi: o ci toccherà aspettare per risolvere la situazione, o sganciare il franchetto. Ecco, questo momento di gioco è abbastanza emblematico e rappresenta bene "Hogwart's Mistery". Il nostro consiglio è quello di scaglionare le sessioni e goderne come un passatempo da mordi e fuggi, altrimenti si rischia solo molta frustrazione.

Sentirsi proprio a Hogwarts - Al di là di tutto ciò, infatti, il titolo di Jam City risulta molto divertente e affascinante e ha il pregio non da poco di farci sentire veramente a Hogwarts. Far parte di una delle Case, andare a lezione da Piton, litigare con i Serpeverde (anche se si è un Serpeverde), investigare su oscuri enigmi è un piacere e una vera e propria immersione nel magico mondo di Harry Potter.

Carinissimo e coloratissimo - Aiuta senz'altro l'aspetto grafico semplice, cartoonoso ma molto curato e le musiche azzeccate. Il gioco si comporta bene pure su telefoni non proprio nuovissimi (lo abbiamo provato anche su un iPhone 5S) adeguando il numero di poligoni e il dettaglio generale all'hardware meno muscoloso. Ah, se non avete un abbonamento flat per i dati è meglio che lo giochiate connessi alla wi-fi.

Insomma, "Harry Potter: Hogwarts Mistery" è un prodotto abbastanza riuscito, adatto a tutti, a patto di tenere sotto controllo l'aspetto finanziario. Investirci qualche franchetto va bene (soprattutto se vi ha divertito e volete ripagare gli sviluppatori) ma non lasciatevi prendere la mano!

VOTO: 8

"Harry Potter: Hogwarts Mistery" è disponibile per sistemi mobile Android e iOS.

Commenti
 
MIM 7 mesi fa su tio
E' davvero una gran stupidata
Marina Basic 7 mesi fa su fb
Barbara Telli ahahah
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-10 05:58:39 | 91.208.130.86