Ecco il treno a levitazione magnetica più veloce al mondo

CINAEcco il treno a levitazione magnetica più veloce al mondo

02.08.21 - 10:00
Presentato in Cina un nuovo treno che può raggiungere i 600 km/h e coprire una distanza di 1.000 km in 2 ore e mezza
AvanTi
Ecco il treno a levitazione magnetica più veloce al mondo
Presentato in Cina un nuovo treno che può raggiungere i 600 km/h e coprire una distanza di 1.000 km in 2 ore e mezza

Pochi giorni fa, in Cina, è stato presentato un nuovo treno a levitazione magnetica (Maglev) che può raggiungere una velocità massima di 600 km/h e, per tale ragione, è stato definito dai media cinesi “il mezzo terrestre più veloce del mondo”. Il convoglio, realizzato dalla China Railway Rolling Stock Corporation, è il frutto di uno studio durato cinque anni. Tuttavia, non è stato ancora reso noto quando intraprenderà il suo primo viaggio commerciale.
I treni a levitazione magnetica sfruttano la forza elettromagnetica per spostarsi senza contatto con i binari. In questo modo, la principale forza che si oppone al moto del mezzo è solo l’attrito dell’aria. In Cina tale tecnologia è utilizzata già da una ventina d’anni, anche se solo per brevi collegamenti. In effetti, il nuovo Maglev, collocato nella città costiera di Qingdao, nella provincia di Shandong, supererà di ben 170 km/h l’attuale detentore del record, il Transrapid che a Shanghai collega l’aeroporto con il centro città in appena 7 minuti e 20 secondi.
Il futuristico treno è stato pensato per coprire distanza molto più lunghe. L’intenzione delle autorità, ad esempio, è quella di adoperarlo a partire da tratte strategiche quali la Guangzhou-Shenzhen-Hong Kong e la Shanghai-Hangzhou, per poi puntare alla Shenzhen-Shanghai, che con una nuova linea specifica potrebbe essere coperta in sole 2 ore e mezza al posto delle attuali 10.
Anche la tratta Pechino-Shanghai, un viaggio di circa mille chilometri che oggi si completa con tre ore di volo o con cinque ore e mezza di treno ad alta velocità, potrebbe essere percorsa in sole 2 ore e mezza.
Tutto ciò grazie alle speciali caratteristiche del mezzo, che può contare per esempio su un raggio di sterzata inferiore a quello di una metropolitana, il che faciliterà la pianificazione delle infrastrutture ferroviarie in presenza di edifici. Ancora più importanti sono l’innovativo sistema anti vibrazioni e un meccanismo di frenaggio più efficiente del 30% rispetto a quello dello Shanghai Transrapid, che è in grado, dopo aver toccato la massima velocità, di ridurre la distanza di frenata a 10 chilometri anziché 16. Il meccanismo ha anche un buon grado di adattabilità alla temperatura esterna e può essere usato in un intervallo che va da -25° a 45° C.
Per quanto riguarda i servizi ai passeggeri, che potranno arrivare a 100 per vagone (da 2 a 10), non mancheranno la connessione Wi-Fi in 5G e la possibilità di caricare i dispositivi elettronici in modalità wireless.
Con questa presentazione, dunque, la Cina sembra ribadire al resto del pianeta la propria ambizione a diventare una potenza scientifica e tecnologica. D’altronde, il Paese asiatico possiede già la rete ferroviaria ad alta velocità più estesa al mondo, circa 37.900 chilometri, e ora punta in maniera decisa sulla levitazione magnetica. Il prossimo obbiettivo, stando a quanto dichiarato dal Ministero dei Trasporti, è quello di costruire 200.000 chilometri di ferrovie entro il 2035.

NOTIZIE PIÙ LETTE