Keystone (archivio)
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
22.11.2019 - 10:400

Il Parlamento europeo voterà per dichiarare l'emergenza climatica

La Conferenza dei presidenti dell'Eurocamera ha inserito il testo nell'agenda della plenaria: il voto è previsto per il 28 novembre

di Redazione
ats ans

BRUXELLES - Il Parlamento europeo si prepara a votare una risoluzione per dichiarare l'emergenza climatica in Europa e a livello globale. La Conferenza dei presidenti dell'Eurocamera ha inserito il testo nell'agenda della plenaria che si terrà la prossima settimana a Strasburgo, su proposta dei liberali di Renew Europe (Re). Il voto si terrà giovedì 28 novembre.

«I prossimi cinque anni devono rappresentare una svolta sul clima», ha dichiarato il presidente di Re, Dacian Ciolos, sottolineando che i primi cento giorni della Commissione von der Leyen «saranno fondamentali per assicurare il giusto livello di ambizione per il Green deal» europeo.

«Presentando questa mozione per dichiarare l'emergenza climatica in Europa - ha aggiunto - inviamo un segnale chiaro: il Green Deal non sarà solo un elenco di regolamenti, ma un progetto per la nostra generazione, con l'Ue che dovrà mostrare leadership e fare davvero la differenza nella salute, nell'ambiente e nella vita dei cittadini».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nmemo 8 mesi fa su tio
Voteranno una dichiarazione d'intenti che non vincola i singoli Stati che procederanno come finora secondo mere decisioni di politica interna.
Galium 8 mesi fa su tio
La povertà dei commenti sottostanti dimostra che la UE procede nella giusta direzione
Mattiatr 8 mesi fa su tio
@Galium Io personalmente trovo che l'unione Europea sia un fallimento. Pecca in coordinazione, manca di coesione, la gestione ricorda una repubblica e le leggi non si adattano alle varie nazioni e realtà. Dichiarare l'emergenza climatica, senza dire di che si tratta, come risolverla e perché bisognerebbe agire su determinati campi è la cosa più inutile del mondo. Diciamo che di fatto, questa è una mossa politica atta a placare la massa rilevante di persone che si è riversata nelle piazze dimostrando che ''abbiamo ascoltato la vostra voce e stiamo agendo'' per poi archiviare il caso e tornare alla vita di tutti i giorni.
Thor61 8 mesi fa su tio
NESSUNO ha rispettato gli impegni presi con gli accordi climati, eppure hanno la faccia da cxlo di togliere miliardi per l'agricoltura per darli agli amici "Ecologisti", poi la popolazione potrà nutrirsi di ecologia al posto del cibo!!! ### https://www.tio.ch/dal-mondo/attualita/1403921/clima-i-paesi-ricchi-stanno-tradendo-l-accordo-salva- terra
Bayron 8 mesi fa su tio
Questa è la prova che non hanno un ca@@@@ da fare!
ugobos 8 mesi fa su tio
non preoccupatevi fanno solo proclami é quello che la gente vuole cosi li votano. ma i fatti arriveranno solo quando sara troppo tardi.
GI 8 mesi fa su tio
tutto bene ma, a che serve se poi i principali "attori" non partecipano ?? manco avessi "aria riservata" sopra le nostre teste.....
ugobos 8 mesi fa su tio
@GI almeno migliorare l aria che si respira non sarebbe male.
Thor61 8 mesi fa su tio
@ugobos Ci arriveremo, quando non avremo più i denari per usare le nostre auto o scaldare le nostre case, allora finalmente "Respireremo" aria più pulita! Molti però o idea che quell'aria la "Vedranno" dalla parte delle radici ovviamente!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 00:19:52 | 91.208.130.89