Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
BIELORUSSIA
1 ora
Proteste dopo il voto: fermate 700 persone in 24 ore
Si trattava della quarta notte di scontri dopo le elezioni che hanno visto trionfare Lukashenko.
ITALIA
1 ora
Iscrive la compagna del suocero a un sito di escort: denunciata
La donna voleva che i due si lasciassero. Ora dovrà rispondere di furto d'identità.
STATI UNITI
1 ora
Trump chiede docce più potenti: «I miei capelli devono essere perfetti»
Il presidente vuole modificare una norma per il risparmio energetico del 1992. I critici: «Abbiamo altri problemi».
STATI UNITI
3 ore
Uber perde contro la California: gli autisti sono dei dipendenti
Il procuratore di Los Angeles: «Una vittoria clamorosa». Uber pensa di sospendere le attività per diversi mesi.
ITALIA
3 ore
Frana in Valtellina, evacuati gli abitanti di Chiareggio
Nel dramma sono morte tre persone, fra le quali una bambina. In gravi condizioni un 49 enne e un bimbo di 5 anni
MONDO
3 ore
Sempre più contagi in India
Il virus continua a imperversare in tutto il mondo e ieri è tornato anche in Nuova Zelanda. Come resta «un mistero».
STATI UNITI
4 ore
«L'America invoca una leadership»
La neo candidata democratica alla vicepresidenza critica ferocemente Trump: «Non ha mai preso sul serio la pandemia».
STATI UNITI
5 ore
«Potrei mandare la Guardia Nazionale a Chicago e New York»
È la minaccia di Trump rivolta alle due metropoli gestite dai democratici: «De Blasio ha fatto un lavoro orribile».
FRANCIA
6 ore
Ecco gli otto ricercati più pericolosi e temuti al mondo
Si sente spesso parlare di Interpol ma in pochi conoscono il lavoro che c'è dietro questa grande organizzazione.
UNIONE EUROPEA
26.06.2018 - 20:590

Macedonia e Albania nell'UE? «Via ai negoziati nel 2019»

Alcune nazioni erano contrarie. Ma l'accordo di compromesso è stato annunciato oggi per dare «una chiara prospettiva europea» a Tirana e Skopje

BRUXELLES - I negoziati di adesione all'Ue con l'Albania e la Macedonia partiranno nel giugno dell'anno prossimo. Questo l'accordo di compromesso annunciato dalla presidenza di turno bulgara dell'Ue per dare «una chiara prospettiva europea» a Tirana e Skopje.

Francia e Olanda erano contrarie a dare il via ai negoziati che altri avrebbero voluto avviare invece subito.

Nel testo finale, si dà anche mandato alla Commissione europea a proseguire con i lavori preparatori all'avvio dei negoziati per Skopje e Tirana. Il risultato è arrivato dopo due giorni di discussioni serrate al Consiglio Affari generali, con i ministri Ue che sono riusciti ad accordarsi su un testo di compromesso solo all'ultimo, facendo slittare la data di apertura delle trattative di un anno.

Un risultato definito da fonti diplomatiche «positivo nel complesso» e «d'incoraggiamento per i due Paesi», ma che «poteva essere politicamente molto più ambizioso». La posizione contraria di Francia e Olanda, infatti, con il sostegno della Danimarca, ha impedito di acconsentire all'avvio dei negoziati nell'immediato. Si è trattato di una partita 26 contro 22.

Bersaglio dell'opposizione di Francia e Olanda soprattutto l'Albania. Giovedì scorso, il Parlamento dell'Aja aveva approvato a larga maggioranza una risoluzione per chiedere al governo di votare contro l'apertura dei negoziati per Tirana, giudicando i risultati ottenuti dal governo albanese, in particolare sul fronte della lotta alla corruzione e alla criminalità, insufficienti a compiere un passo in direzione europea. Una linea dura condivisa da Parigi, che da mesi ribadisce la sua chiusura nei confronti dell'allargamento ai Balcani occidentali.

Per la Macedonia, la bocciatura dell'asse franco-olandese era meno netta, grazie alla recente intesa raggiunta tra Skopje e Atene a chiudere una disputa ultradecennale sul nome del Paese. Alla fine però, Olanda e Francia hanno accettato di scendere solo a un compromesso, lasciando a Tirana e Skopje l'ambizione di aprire i colloqui con l'Ue tra un anno.

Felicità da Tirana - Un giorno di felicità per tutti gli albanesi: così il ministro degli Esteri albanese Ditmir Bushati ha commentato la decisione di questa sera dei Consiglio affari generali dell'Unione europea che ha dato il via libera ai negoziati di adesione con l'Albania nel giugno dell'anno prossimo. Tirana ha finalmente tirato un sospiro di sollievo, vista l'iniziale posizione contraria della Francia, Olanda e Danimarca.

Per Bushati, la decisione è stata «un riconoscimento del percorso delle riforme intraprese e che saranno approfondite nei mesi a venire, per fare in modo che il prossimo giugno ci troviamo in una posizione quanto più solida rispetto agli obblighi da adempiere».
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 2 anni fa su tio
Poveri noi!!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-13 13:09:20 | 91.208.130.87