Twitter/Radio Popolare
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GERMANIA
1 ora
"Lo ha detto lei o Hitler?": politico dell'AfD interrompe l'intervista
ITALIA
12 ore
Nasconde l'Hiv e contagia quattro donne: morta l'ex compagna
PARAGUAY
13 ore
Bruciano le foreste del Paraguay, il Wwf: «È emergenza nazionale»
SVIZZERA
14 ore
La Banca dei regolamenti internazionali sta “torchiando” la criptovaluta di Facebook
LUSSEMBURGO
14 ore
Brexit: «Una nuova estensione solo se ha uno scopo»
STATI UNITI
15 ore
Tour di Michelle Obama: biglietti fino a 4'200 dollari
FRANCIA
15 ore
L'ambiente diventa la prima preoccupazione dei francesi
TUNISIA
15 ore
Presidenziali tunisine: possibile ballottaggio Saied-Karoui
COREA DEL NORD
15 ore
Kim ha scritto una lettera a Trump
IRAN
16 ore
Teheran sequestra una nave emiratina nello Stretto di Hormuz
UNIONE EUROPEA
16 ore
Johnson: «Non chiederò un'estensione, la Brexit resta il 31 ottobre»
STATI UNITI
16 ore
L'attacco ai pozzi sauditi? Arrivava dall'Iran o dall'Iraq, lo dimostrerebbero delle foto
PARIGI
19 ore
Edward Snowden: «La prego Macron mi conceda l'asilo"
ROMA
19 ore
Estorsioni e violenze, arrestati i capi ultrà della Juve
TELEFONIA
19 ore
Ma quale tramonto per Apple, la domanda di iPhone è superiore alle attese
ITALIA
11.09.2019 - 15:380
Aggiornamento : 16:18

È morto Piero Scaramucci, fondò Radio Popolare

Si è spento a Milano all'età di 82 anni

MILANO - È morto a Milano all'età di 82 anni Piero Scaramucci, a lungo giornalista della Rai e poi fondatore e direttore di Radio Popolare.

Scaramucci era nato a a Praga nel 1937, lascia la moglie Mimosa Burzio e la figlia Marianna.

Entrato in Rai nel 1961, ci è rimasto fino al 1992 quando ha assunto la direzione di Radio Popolare, che aveva contribuito a fondare nel 1976. Dopo 10 anni come direttore, Scaramucci si è dimesso nel 2002 ma è sempre rimasto legato alla radio come membro e poi come presidente della cooperativa dei lavoratori.

È stato membro del Consiglio Nazionale della Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) e membro del Direttivo dell'Associazione Lombarda dei giornalisti. Ha lavorato alla elaborazione e stesura dello Statuto della Federazione Nazionale della Stampa.

Ha inoltre insegnato alla Scuola di giornalismo dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia, alla Radiotelevisione della Svizzera Italiana e allo IULM (Università di Lingue e scienze della Comunicazione) di Milano.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 07:37:08 | 91.208.130.86