Keystone
GERMANIA/FRANCIA
22.01.2019 - 11:320
Aggiornamento : 12:22

Accordo Berlino-Parigi per 15 progetti: chiude la centrale atomica di Fessenheim

Questi obiettivi verranno aggiunti al trattato di Aquisgrana. Juncker: «Unità necessaria, garante della pace»

BERLINO - Germania e Francia si sarebbero accordate, nel corso della giornata di ieri, su un elenco di 15 progetti da implementare subito, e da aggiungere al trattato di Aquisgrana. Lo scrive l'agenzia tedesca Dpa.

Fra questi ci sarebbe la chiusura della centrale atomica di Fessenheim, la più vecchia della Francia, posta nelle vicinanze del confine tedesco e ritenuta rischiosa; progetti ferroviari per le zone di confine, un impegno comune per la regolamentazione degli standard Ue sui servizi finanziari e l'istituzione di un gruppo di lavoro di alto livello sulla politica energetica.

Merkel e Macron firmano il trattato di Aquisgrana - Angela Merkel e Emmanuel Macron hanno firmato il trattato di Aquisgrana, che rilancia l'amicizia e la collaborazione franco-tedesca. Prima dei due leader, il trattato è stato firmato dai ministri degli esteri di Francia e Germania. Si tratta dell'intesa che rilancia il contratto dell'Eliseo, che nel 1963 fu firmato da Korad Adenauer e Charles de Gaulle.

Juncker: «Unità necessaria, garante della pace» - «L'amicizia franco-tedesca non è solo un sogno, ma una realtà e una necessità ed è garante della pace in Europa». Così il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ad Aquisgrana, dopo la firma del trattato fra Parigi e Berlino.

«Negli ultimi anni, Francia e Germania sono quasi sempre unite, e questo qualche volta irrita gli altri partner. Ma questa irritazione diventa dolore, se la comprensione diventa incomprensione. Quindi per favore curate questa amicizia, ci fa stare tutti più sereni», ha concluso.

Macron ad Aquisgrana: «I nazionalismi minacciano l'Ue» - Di fronte alle molte sfide che si presentano oggi in Europa, «Francia e Germania devono assumersi la responsabilità e parlare con una voce sola». Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron ad Aquisgrana.

Macron ha citato i nazionalismi che minacciano l'Europa, la "scossa" che proviene dalla Brexit, ma anche il terrorismo, il cambiamento climatico e le nuove dinamiche economiche. Il presidente francese ha anche sottolineato che le minacce «non provengono solo dall'esterno, ma anche dall'interno della nostre società».

«Germania e Francia aprono oggi un nuovo capitolo. Sulla base della riconciliazione, segniamo una nuova tappa», ha detto il presidente francese prima di firmare il nuovo trattato franco-tedesco.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 00:48:33 | 91.208.130.85