Keystone
STATI UNITI
10.01.2019 - 17:330

Michael J. Fox con Ibm per la ricerca contro il Parkinson

L'obiettivo è mettere a punto un modello tecnologico in grado di predire l'insorgere della malattia e la sua progressione

WASHINGTON - Un attore di Hollywood colpito da giovane dai tremori del Parkinson e una delle più grandi aziende di tecnologia di base si uniscono per una ricerca inedita e potenzialmente rivoluzionaria sul morbo.

La Fondazione di Michael J. Fox e la Ibm sono entrate in partnership per mettere a punto un modello tecnologico in grado di predire l'insorgere del Parkinson e la sua progressione, nonché di osservare i fattori che possono indicare l'andamento della malattia.

L' obiettivo finale è - sulla base di modelli che identificano anticipatamente il passaggio dalla fase asintomatica a quella sintomatica del Parkinson - mettere a punto terapie individualizzate.

La Fondazione di Fox - che da anni studia la malattia ed ha collezionato dati longitudinali nella sua ricerca 'Parkinson's Progression Markers Initiative' - fornirà i fondi. La IBM lavorerà allo sviluppo dell'intelligenza artificiale necessaria a fornire un quadro comprensivo sul morbo e la sua progressione.

«Questa partnership aiuterà a costruire il modello di riferimento sull'andamento del morbo, nella speranza di migliorare anche la ricerca farmaceutica», ha detto Jianying Hu, direttore del programma del Centro Ibm per la "Computational Health".

Potrebbe interessarti anche
Tags
parkinson
ibm
ricerca
fox
michael
morbo
michael j
j
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-21 03:10:54 | 91.208.130.87