Keystone
FRANCIA
24.11.2018 - 11:390
Aggiornamento : 13:57

Gilet gialli, scontri e lacrimogeni sugli Champs-Elysées

La polizia ha fermato alcuni gruppi di manifestanti che tentavano di accedere alla Concorde

PARIGI - È guerriglia nel centro di Parigi, dove la polizia respinge centinaia di gilet gialli che hanno invaso la zona vietata degli Champs-Elysees con lacrimogeni e getti d'acqua. Importanti i danni alle vetrine, alle pensiline e alle strade dove alcuni 'casseur' hanno divelto sampietrini con sbarre di ferro per lanciarli contro la polizia.

Altri due cortei stanno tentando di raggiungere la zona vietata sugli Champs-Elysees, uno dalla rue de Rivoli, l'altro da boulevard Hassmann.

Insieme ai 'casseur', già all'opera da inizio mattinata negli scontri con la polizia, "almeno un centinaio di esponenti dell'estrema destra" sono presenti sulla parte più bassa degli Champs-Elysees, verso la Place de la Concorde, stando a informazioni raccolte sul posto dalla tv BFM.

Il centro di Parigi è in pieno caos, la polizia sta facendo uso anche di granate assordanti per tentare di disperdere i manifestanti.


Keystone

 

Castaner accusa Le Pen - Il ministro dell'Interno francese, Christophe Castaner, ha apertamente accusato la leader del Rassemblement National, Marine Le Pen, di aver «incitato ai disordini» esortando i gilet gialli ad andare sugli Champs-Elysees, dove erano presenti dei «sediziosi di estrema destra». La leader del RN ha risposto immediatamente: «condanno le violenze ma la smettano di utilizzarle contro il movimento».

Keystone
Guarda le 3 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 11:07:23 | 91.208.130.86