Dopo la tempesta, nella Grande Mela il mercato immobiliare torna a crescere
MC/DM
Federica Floris, agente immobiliare a New York.
STATI UNITI
29.03.2021 - 06:300

Dopo la tempesta, nella Grande Mela il mercato immobiliare torna a crescere

Ricercatissime case, ma anche uffici e si spera in un ritorno alla normalità. Ne parliamo con Federica, immobiliarista

di Redazione
Manela Cavalieri, Donatella Mulvoni

NEW YORK - Il mercato delle case americano sta lentamente ritornando in salute. Piegato, come ogni altro settore, dalla pandemia da Coronavirus nel 2020, ha fatto registrare numeri questo inizio di primavera che fanno ben sperare per il futuro.

Quello passato è stato un anno di crisi, incertezze, ma anche di perlustrazione, alla ricerca del momento migliore e degli affari più convenienti per traslocare o comprare. Se i primi segni positivi si sono visti soprattutto nelle aree suburbane, alle porte delle grandi città, da cui i residenti sono scappati alla ricerca di maggiore spazio e prezzi più bassi, ora anche le metropoli rivedono la luce.

Ad esempio, New York, la città che in America ha pagato il prezzo più alto a causa della pandemia, con centinaia di migliaia di persone che hanno deciso di lasciarla, per trasferirsi in città meno popolate. L’inizio del 2021 segna però la ripresa.

«Stiamo vedendo tantissima attività nel mercato, grazie sicuramente a una riduzione dei prezzi delle case e a tassi d'interesse molto bassi in tutto il mercato americano», ci spiega Federica Floris, da anni agente immobiliare negli Usa. «Il segmento più attivo è quello riguardante le case sotto i due milioni di dollari a Manhattan - approfondisce Floris, entrando nel dettaglio -  Ci sono persino appartamenti che ricevono molteplici offerte appena entrano nel mercato. Un’altra zona molto attiva è sicuramente la parte di Brooklyn meglio collegata con il centro della città».

Secondo gli ultimi dati forniti dall’agenzia StreetEasy, il numero di contratti firmati tra febbraio e marzo per l’acquisto di case ha conosciuto infatti un record. Il mercato americano dell’immobiliare riprende quindi a respirare e questo ha benefici anche in tutti i settori e gli esercizi commerciali collegati alle case, come quelli riguardanti la vendita di mobili e ovviamente le compagnie che si occupano dei traslochi.

«Noi del settore - ci dice ancora Federica Floris - ci aspettiamo che questo trend continui sino ai mesi estivi e in autunno, con la riapertura, ad esempio, dei vari uffici e di tutte le attività che ancora svolgono il lavoro in remoto». 

MC/DM
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 06:32:23 | 91.208.130.85