IMAGO / Xinhua
Persone in coda per farsi testare a Hwaseong, nella provincia di Gyeonggi, il 14 Marzo.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GERMANIA
9 ore
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Regno Unito
10 ore
Sabina Nessa, arrestato il presunto assassino
La 28enne è stata accoltellata a morte lo scorso 17 settembre poco lontano dalla sua abitazione
Islanda
13 ore
Prima europea con più donne che uomini in Parlamento
Il traguardo è stato raggiunto senza il bisogno d'istituire delle “quote rosa”
MESSICO
13 ore
Militari messicani sconfinano per errore negli States, arrestati
Un manipolo di 14 soldati è finito brevemente in manette, «non sapevano dell'esistenza di un confine»
FOTO
SAN MARINO
13 ore
San Marino alle urne per depenalizzare l'aborto
È una delle poche nazioni in Europa dove è ancora illegale, si vota oggi dopo una battaglia politica lunga 18 anni
GERMANIA
17 ore
Oggi in Germania si decide il volto del dopo-Merkel
Che si prospetta instabile, con un testa a testa fra Laschet e Scholz che non avranno i numeri per governare da soli
ISRAELE
18 ore
Cisgiordania, scontri e morti
Le forze di sicurezza israeliane hanno ucciso almeno quattro membri di Hamas in una vasta operazione
STATI UNITI
18 ore
Deraglia l'alta velocità: tre morti nel Montana
Un treno che correva tra Chicago e Seattle è uscito dai binari. Diversi i feriti
SPAGNA
21 ore
Altre bocche, altre eruzioni: chiuso l'aeroporto di La Palma
A preoccupare, nell'immediato, è la quantità di cenere che ha ricoperto l'isola
Regno Unito
1 gior
Uccisa a coltellate mentre raggiungeva un'amica al bar
I londinesi hanno organizzato ieri sera una veglia in suo onore
COREA DEL SUD
17.03.2021 - 21:300

Tamponi obbligatori per gli stranieri: «Razzismo e discriminazione»

I residenti stranieri di Seul hanno criticato aspramente la decisione del governo cittadino

Oltre alle accuse di discriminazione, molte lamentele giungono per la «pessima organizzazione»

SEUL - Il tampone obbligatorio per tutti i lavoratori stranieri di Seul e della provincia di Gyeonggi ha suscitato forti proteste tra i residenti stranieri, che hanno criticato il programma definendolo «discriminatorio» e «inutile».

Martedì, lo ricordiamo, il governo metropolitano di Seoul ha emesso un ordine per tutti i lavoratori stranieri e i loro datori di lavoro di sottoporsi al test del coronavirus entro il 31 marzo, seguendo una misura intrapresa dalla provincia di Gyeonggi la scorsa settimana.

Tuttavia, come riporta il South China Morning Post, molti stranieri sostengono che l'etichettatura di tutti i lavoratori stranieri come «gruppo ad alto rischio» nel contrarre e diffondere il Covid-19 sia una concezione «razzista e discriminatoria», e si sono anche lamentati delle linee guida poco chiare su chi debba essere testato e anche della pessima preparazione e organizzazione (si sono infatti formate lunghe code) per effettuare test su larga scala per tutti gli stranieri. 

«È estenuante aspettare per ore in coda», ha detto Jin Dianshun, una lavoratrice di 65 anni di un ristorante cinese, al portale Reuters. La donna è stata in fila per quattro ore, dopo essere già stata in fila per ore sabato, prima di essere allontanata.

«Vorrei sapere qual è il piano effettivo del governo, perché in questo momento non abbiamo nemmeno un'idea chiara di chi sia effettivamente considerato un "lavoratore straniero", nè di come vengano decise queste categorizzazioni, o di qualsiasi altro dettaglio», ha detto dal canto suo Jennifer Flinn, una professoressa statunitense della Kyung Hee University di Seul, al Korea Times.

Secondo la docente, «il governo della città sta procedendo senza alcuna prova che gli "stranieri lavoratori" siano in qualche modo a maggior rischio di contrarre o diffondere il virus». «È un piano mal concepito che non fa altro che vittimizzare e stigmatizzare le popolazioni vulnerabili», ha concluso Flinn.

Paul Matthews, un libero professionista che vive a Seoul, ha detto invece che ha fatto il tampone perché non voleva infrangere la legge, ma non ha nascosto la sua perplessità. «Voglio solo fare il mio dovere di immigrato, ma sembra ridicolo chiedere improvvisamente che ogni straniero a Seul faccia il test», ha detto Matthews al quotidiano coreano, «vorrei solo che spiegassero chiaramente la loro decisione in modo che i residenti stranieri possano capire, altrimenti è facile per noi supporre che sia una misura razzista e irrazionale».

Dal canto suo, il direttore dell'agenzia coreana per il controllo e la prevenzione delle malattie (KDCA) Jeong Eun-kyeong ha detto all'agenzia Reuters che la misura è stata introdotta visto l'alto tasso di infezioni tra i lavoratori stranieri, ciò che è percepito come una situazione ad alto rischio.

Sarebbe questa la ragione, e «non pensiamo che» il governo «intenda discriminare o stigmatizzare i lavoratori stranieri, in tal caso questa misura non dovrebbe venir accettata», ha detto Jeong, che ha aggiunto che la KDCA lavorerà con le autorità locali per migliorare le capacità di test per risolvere il problema delle lunghe attese.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ro 6 mesi fa su tio
Tutte le volte ..... razzismo razzismo è ancora razzismo. Fra poco anche guardare una persona con la pigmentazione della pelle diversa o la forma degli occhi o con il passaporto di in altra nazione ..... si passerà per razzisti. Inaudito. È molto pericoloso usare in questo modo questa parola. Facciamo attenzione prima di innescare il finimondo. I veri razzisti sono per lo più silenziosi e viscidi e manco ci rendiamo conto a che livelli sono. Buona giornata
Tio1949 6 mesi fa su tio
Non lamentatevi,che i tamponi rettali sono dietro l'angolo.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 04:01:14 | 91.208.130.89