Keystone
L'educazione a distanza non è stata possibile per molti bambini.
MONDO
27.08.2020 - 21:000

L'allarme dell'Unicef: «Un bambino su tre senza scuola durante il lockdown»

Più di 463 milioni di alunni non hanno potuto accedere all'apprendimento a distanza durante la chiusura degli istituti.

Al culmine delle misure d'isolamento quasi 1,5 miliardi di studenti erano stati colpiti dalle chiusure.

NEW YORK - Mentre tutti i paesi sono alle prese con i loro piani di "ritorno a scuola", almeno un terzo dei bambini in età scolare - 463 milioni - non hanno potuto accedere all'apprendimento a distanza quando i loro istituti sono stati chiusi per il Covid-19. Lo ha affermato il presidente di Unicef Italia Francesco Samengo sulla base di un nuovo rapporto dell'organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa dell'infanzia.

«Il numero di bambini la cui istruzione è stata completamente interrotta per mesi è un'emergenza educativa globale - ha detto Henrietta Fore, direttrice generale dell'Unicef -. Le ripercussioni potrebbero essere avvertite nelle economie e nelle società per i decenni a venire».

Al culmine delle misure di lockdown a livello nazionale e locale, quasi 1,5 miliardi di studenti sono stati colpiti dalla chiusura delle scuole, secondo i dati dell'Unicef. Circa il 70% dei bambini in età prescolare - 120 milioni - non può essere raggiunto dall'apprendimento a distanza. Almeno il 29% dei bambini delle scuole elementari - 217 milioni di studenti - si trova nella stessa situazione, così come il 24% circa degli studenti delle scuole secondarie di primo grado (78 milioni).

Secondo il rapporto, gli studenti delle famiglie più povere e quelli che vivono nelle zone rurali sono di gran lunga i più a rischio di perdere le lezioni durante le chiusure. A livello globale, il 72% degli scolari che non possono accedere all'apprendimento a distanza vivono nelle famiglie più povere dei loro paesi. Nei paesi a reddito medio-alto, gli scolari delle famiglie più povere rappresentano fino all'86% degli studenti che non possono accedere all'apprendimento a distanza. A livello globale, tre quarti degli scolari senza accesso vivono in zone rurali.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-24 01:50:53 | 91.208.130.86