KEYSTONE
Oliviero Toscani dice di sentirsi «liberato» dopo la fine della collaborazione con Benetton.
ITALIA
07.02.2020 - 15:210

Toscani il giorno dopo: «Mi sento liberato»

Il fotografo ribadisce di non aver voluto offendere nessuno con quella frase sul Ponte Morandi

ROMA - Oliviero Toscani dice di stare «benissimo» all'indomani della fine della sua collaborazione con il gruppo Benetton, conseguenza delle frasi sulla caduta del Ponte Morandi.

«Mi sono liberato della responsabilità di Autostrade allontanandomi dai Benetton. Io ero lì per fare altre cose e c'era il problema del Ponte Morandi... ora basta, non devo più difendere nessuno, solo me stesso. Sono felice, mi sono liberato» ha dichiarato il celebre fotografo all'agenzia stampa italiana Adnkronos. «Ho grandi progetti in giro, finalmente mi dedicherò a quello che mi piace veramente. E non a difendere i 'ponti'».

«Sono un persona corretta e se c'è qualcosa da dire, ne parlerò personalmente con i Benetton» aggiunge Toscani, che torna sull'incontro a Fabrica (il centro culturale che dirige e che Luciano Benetton ha fondato) con i leader delle Sardine. «L'interesse non era quello di discutere del Ponte Morandi. Questo ovviamente non vuol dire che sono disinteressato alla tragedia, è assurdo pensarlo».

Toscani, che già ieri ha chiesto scusa per le sue parole a "Un giorno da pecora", trasmissione radiofonica della Rai, ribadisce di essere stato vittima di una frase estrapolata dal suo contesto. «Io, uomo della comunicazione colpito dalla comunicazione stessa: chi di spada ferisce, di spada perisce».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 05:43:29 | 91.208.130.85