Keystone
STATI UNITI
21.09.2019 - 09:070
Aggiornamento : 10:31

Nuove forze americane in Medio Oriente

La decisione è stata approvata dal presidente Donald Trump dopo una richiesta di sostegno da parte di Riad a seguito degli attacchi agli impianti petroliferi in Arabia Saudita

WASHINGTON - Gli Stati Uniti invieranno nuove forze nel Medio Oriente dopo gli attacchi agli impianti petroliferi in Arabia Saudita che si sospetta fortemente siano stati sferrati dall'Iran.

Lo ha annunciato il capo del Pentagono Mark Esper. Il segretario alla Difesa ha spiegato che la decisione è stata approvata dal presidente Donald Trump dopo una richiesta di sostegno da parte di Riad. Il dispiegamento - ha aggiunto - sarà di natura difensiva e riguarderà in primo luogo sistemi di difesa aerea e missilistica.

L'Iran si difende: «Nemmeno i sauditi credono al nostro coinvolgimento» - L'attacco saudita di ieri al porto yemenita di Hudayda sul Mar Rosso, è secondo il ministro degli Esteri iraniano un segnale che i sauditi stessi non crederebbero al coinvolgimento iraniano negli attacchi alle strutture petrolifere saudite dello scorso 14 settembre.

In un messaggio su Twitter, Mohammad Javad Zarif sottolinea: «Dato che il regime saudita ha incolpato l'Iran, senza alcun fondamento, per gli attacchi, è curioso che si stanno vendicando contro Hudayda, rompendo un cessate il fuoco delle Nazioni Unite. È chiaro che anche i sauditi stessi non credono alla finzione del coinvolgimento iraniano».

Zarif, in un'intervista all'agenzia Irna, ha anche affermato che le sanzioni Usa contro la Banca centrale iraniana e il Fondo di sviluppo nazionale indicano la «frustrazione» statunitense e la «fine incombente» della sua politica di «massima pressione». L'«inaccettabile» misura Usa rivelerebbe il tentativo di ostacolare la consegna di generi alimentari e medicine al popolo iraniano. «Questa misura viola tutti gli impegni internazionali, non solo l'accordo sul nucleare del 2015, ma anche i riconosciuti principi internazionali sull'immunità delle banche centrali», ha sottolineato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Corsica 1 anno fa su tio
È un attacco eseguito dagli americani sotto copertura.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-28 00:40:29 | 91.208.130.86