Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
1 ora
Un Klimt scomparso ritrovato all'esterno del museo
La tela era stata rubata oltre ventidue anni fa. Ma si tratta dell'originale?
SOMALIA
1 ora
Attacco al palazzo presidenziale, otto morti
I terroristi islamici Al Shabaab sono tornati a colpire a Mogadiscio
ITALIA
2 ore
Barriere fonoassorbenti non a norma
Altre accuse alla società italiana Autostrade a seguito dell'indagine sul crollo del Ponte Morandi
FOTO
STATI UNITI
3 ore
Sparatoria a Jersey City: centinaia di colpi e diversi morti
La situazione è durata circa tre ore e mezza. I sospettati sono rimasti uccisi all'interno di un negozio
GROENLANDIA
3 ore
Lo scioglimento dei ghiacci è più rapido del previsto
È quanto si evince da una mappa pubblicata sulla rivista Nature che si basa sui dati raccolti fra il 1992 e il 2018
STATI UNITI
4 ore
«La guerra più lunga della storia americana non ha obiettivi»
Il Washington Post ha pubblicato un dossier che racconta le missioni degli Stati Uniti in Afghanistan da un punto di vista fino a oggi celato
ITALIA
4 ore
Dolce&Gabbana deve risarcire Maradona
L'azienda è stata punita per «l'indebita utilizzazione» e «l'indebito sfruttamento a fini commerciali del nome» del 'Pibe de oro'
CILE
5 ore
Aereo scomparso, ricerche in corso in condizioni «molto difficili»
Stati Uniti e Israele stanno fornendo aiuto, e si aggiungerà un satellite peruviano
FOTO E VIDEO
GERMANIA
5 ore
Zoo di Berlino: ecco i panda gemelli Meng Xiang e Meng Yuan
Sono stati presentati a cento giorni dalla loro nascita
MONDO
16.07.2019 - 21:450
Aggiornamento : 22:03

La corsa alla Luna, dallo Sputnik a Bezos

Cambiano le possibilità e gli attori in gioco, ma il sogno è sempre lo stesso

WASHINGTON - Il 20 luglio 1969 lo sbarco sulla Luna segnava l'apice della corsa allo spazio fra Stati Uniti e Unione Sovietica, cominciata il 4 ottobre 1957 con il primo satellite artificiale, lo Sputnik 1, e il 3 novembre 1957, con lo Sputnik 2, che portava nello spazio il primo essere vivente, la cagnetta Laika.

Sorpresi e scossi dai successi sovietici, gli Usa puntavano sul progetto Vanguard, ma il 6 dicembre 1957 il lancio fallì. Il primo satellite americano, l'Explorer 1, volò il 31 gennaio 1958 con il razzo Jupiter C. Lo aveva costruito l'ingegnere tedesco passato agli Usa Wernher Von Braun, che il 29 luglio 1958 diventava il capo della neonata agenzia spaziale americana, la Nasa.

Il 12 aprile 1961 il sovietico Yuri Gagarin era il primo uomo a volare in orbita; il 5 maggio dello stesso anno l'americano Alan Shepard affrontava un volo suborbitale e 20 giorni dopo il presidente John Kennedy annunciava di voler portare l'uomo sulla Luna in dieci anni con il Programma Apollo. Solo il 20 febbraio 1962 l'americano John Glenn raggiungeva l'orbita terrestre.

A segnare nuovi primati spaziali restava l'Urss: il 16 giugno 1963 con il primo volo di una donna, Valentina Tereskova, e il 18 marzo 1965 con la prima passeggiata spaziale, compiuta da Alexej Leonov. Per gli Usa il colpo più duro arrivò il 27 gennaio 1967, quando l'Apollo 1 esplose sulla rampa di lancio. Il programma, però, andò avanti: nel Natale 1968 l'Apollo 8 era nell'orbita lunare e il 20 luglio 1969 Neil Armstrong era il primo uomo a camminare sulla Luna. Nei tre anni seguenti 12 americani hanno raggiunto la Luna fino al 7 dicembre 1972, con l'Apollo 17.

Nel frattempo, il 19 aprile 1971 l'Urss aveva lanciato la prima stazione spaziale, chiamata Salyut, che nel luglio 1975 metteva fine alla guerra fredda tra le stelle grazie all'aggancio con l'Apollo 18: era la prima missione spaziale congiunta Usa-Urss. Iniziava una collaborazione che nei decenni successivi ha portato alla costruzione della Stazione Spaziale Internazionale, di cui Usa e Russia sono partner accanto a Europa, Canada e Giappone. Per decenni la Luna è rimasta un ricordo, mentre l'attenzione di tutto il mondo si è concentrata sull'esplorazione del Sistema Solare e Marte è diventato un obiettivo interessante per il prossimo passo dell'uomo fuori dalla Terra. Un obiettivo possibile solo tornando alla Luna, da usare come trampolino per l'esplorazione.

E' cominciata così una nuova corsa, con nuovi protagonisti. Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, ha recentemente annunciato di voler portare astronauti sulla Luna nel 2024 e alimentano l'ottimismo i successi della navetta Orion, destinata a restituire agli Usa la capacità di portare uomini nello spazio. Nuovi anche i protagonisti, come Cina e India, e i privati come il fondatore di Amazon Jeff Bezos, che con il suo lander 'Blue Moon', intende portare astronauti sulla Luna.

Commenti
 
Nazgul 4 mesi fa su tio
Ah meno male, mi sembrava strana l'assenza di qualche post complottista, mi stavo preoccupando xD
Mattia Middioni 4 mesi fa su fb
https://www.libreidee.org/2019/01/jfk-luna-e-11-settembre-ci-prendono-in-giro-da-50-anni/
Michele Blum 4 mesi fa su fb
In realtà cambiano anche le motivazioni. Nel '69 lo scopo era quasi esclusivamente propagandistico, oggi invece è scientifico.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 23:15:29 | 91.208.130.86