GoogleMaps
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
IRAN
18 min
Teheran sequestra una nave emiratina nello Stretto di Hormuz
UNIONE EUROPEA
30 min
Johnson: «Non chiederò un'estensione, la Brexit resta il 31 ottobre»
STATI UNITI
42 min
L'attacco ai pozzi sauditi? Arrivava dall'Iran o dall'Iraq, lo dimostrerebbero delle foto
PARIGI
3 ore
Edward Snowden: «La prego Macron mi conceda l'asilo"
ROMA
3 ore
Estorsioni e violenze, arrestati i capi ultrà della Juve
TELEFONIA
3 ore
Ma quale tramonto per Apple, la domanda di iPhone è superiore alle attese
FRANCIA / SIRIA
3 ore
Le famiglie dei jihadisti francesi accusano Parigi di omissione di soccorso
SERBIA
4 ore
Kosovo: per la premier serba, il compromesso è l'unica soluzione
AUSTRALIA
4 ore
Dieselgate: Volkswagen pagherà 86,5 milioni di franchi in Australia
SVEZIA
5 ore
H&M: le vendite del trimestre estivo battono le stime
ARABIA SAUDITA
5 ore
L'attacco ad Aramco è il peggior danno alla produzione di petrolio della storia
UNIONE EUROPEA
5 ore
Brexit: oggi il primo faccia a faccia tra Juncker e Johnson, che non chiederà un'estensione
IRAN
5 ore
Rohani, nessun incontro con Trump in agenda
FRANCIA
6 ore
Fiamme in casa di riposo: muore un centenario
COLOMBIA
7 ore
Piccolo velivolo precipita pochi minuti dopo il decollo: 7 morti
CONGO
21.05.2019 - 12:060

In Congo faranno un ponte per unire Kinshasa a Brazzaville

Sarà lungo circa 4 km e i lavori inizieranno nel 2020 unendo la Repubblica democratica del Congo e la Repubblica del Congo

KINSHASA/BRAZZAVILLE (ats ans) - Cominceranno nell'agosto 2020 i lavori per la costruzione del ponte che unirà Kinshasa a Brazzaville, le due capitali più vicine al mondo, separate solo da 4 km di fiume Congo.

Del ponte tra i due Stati, la Repubblica democratica del Congo e la Repubblica del Congo, si parla da anni ma ora sembra arrivato il momento giusto per la sua costruzione, secondo quanto ha dichiarato il Presidente della Banca africana di sviluppo, Akinwumi Adesina che cofinanzierà i lavori che dovrebbero ammontare in totale a 550 milioni di dollari.

Ai lavori è previsto contribuisca Africa50, un raggruppamento di Stati africani impegnati a finanziare infrastrutture per lo sviluppo del continente. Il ponte, che dovrebbe prevedere un pedaggio, sarà composto da una strada, un marciapiede e una ferrovia per collegare Kinshasa (almeno 10 milioni abitanti) e Brazzaville (meno di 2 milioni).

La realizzazione del ponte ha sollevato in passato e solleva ancora molte polemiche nei due paesi che parlano le stesse lingue (francese e Lingala), hanno le stesse tradizioni ma si guardano con sospetto.

Con 80 milioni abitanti, un reddito medio annuo pro capite di 450 dollari, da tre a quattro volte inferiore a quello del Congo-Brazzaville, e una palese mancanza di infrastrutture, la Repubblica Democratica del Congo teme la concorrenza del suo vicino, che ha 5 milioni abitanti appena.

Dunque nella Repubblica Democratica c'è chi sostiene che non ci sia urgenza di costruire il ponte Kinshasa-Brazzaville e che la priorità deve essere quella di costruire strade, autostrade, ferrovie, aeroporti e ponti per collegare le 26 province della Repubblica democratica al fine di promuovere l'integrazione nazionale e creare un mercato interno. Dall'altra parte del fiume, a Brazzaville, si pensa invece che il ponte stradale-ferroviario sia un progetto redditizio e che il pedaggio potrebbe essere economicamente vantaggioso per entrambi le capitali oltre a facilitare la libera circolazione delle persone e delle merci.

In attesa del ponte resta la canoa l'unico modo di traversare il fiume. La traversata dura solo 15 minuti ma ci vogliono da due a tre ore di attesa per problemi amministrativi.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 15:28:22 | 91.208.130.85