Keystone
«La salute degli ecosistemi da cui dipendiamo peggiora in modo più rapido che mai»
FRANCIA
06.05.2019 - 13:360

L'allarme Unesco: 1 specie su 8 rischia l'estinzione

Presentato l'atteso rapporto dell'Ipbes: «Non è troppo tardi per agire, ma solo se si comincia a farlo adesso a tutti i livelli»

PARIGI - Nuova preoccupante allerta per il pianeta. Un milione di specie animali e vegetali - vale a dire una su otto - sono a rischio estinzione nel breve termine, ha avvertito oggi la Piattaforma intergovernativa per la biodiversità e i servizi ecosistemici (Ipbes), riunita da una settimana all'Unesco di Parigi.

Gli esperti dei 110 Paesi, sui 132 dell'organizzazione Onu, presenti ai lavori vogliono tuttavia continuare a nutrire un briciolo di speranza: evitare il peggio, avvertono, è ancora possibile, a condizione di porre fine all'eccessivo sfruttamento del pianeta Terra.

«La salute degli ecosistemi da cui dipendiamo, come tutte le altre specie, peggiora in modo più rapido che mai», sintetizza il presidente dell'Ipbes, Robert Watson, spiegando che il pianeta sta erodendo «le fondamenta stessa delle sue economie, dei mezzi di sussistenza, la sicurezza alimentare, la salute e la qualità di vita nel mondo intero».

«Non è troppo tardi per agire, ma solo se si comincia a farlo adesso a tutti i livelli, locale e mondiale», ha aggiunto, rivolgendosi ai governi e ai cittadini di tutto il pianeta. Una delegazione di esperti dell'Ipbes verrà ricevuta nel pomeriggio dal presidente Emmanuel Macron.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 05:04:03 | 91.208.130.85