Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
16 min
Cambiamento climatico: per il 56% degli americani bisogna agire «subito»
STATI UNITI
1 ora
Stati Uniti: l'attacco al petrolio saudita non favorisce l'incontro Trump-Rohani
TUNISIA
1 ora
Presidenziali tunisine: crolla l'affluenza
SERBIA
2 ore
Gay Pride di Belgrado: incidenti prima del corteo
ARABIA SAUDITA
2 ore
Produzione di petrolio dimezzata: Riad userà le riserve
STATI UNITI
2 ore
Ritrovati oltre 2'200 resti di feti in casa di un medico abortista
TERRITORI PALESTINESI
3 ore
Israele legalizza un avamposto in Cisgiordania
RDC
3 ore
Battello affonda nel Fiume Congo: 36 dispersi
CINA
4 ore
Il bando Usa a Huawei alla fine potrebbe favorire l'hi-tech asiatico
REGNO UNITO
4 ore
«Usciremo dall'Ue come farebbe Hulk»
STATI UNITI
6 ore
Si fa da sé una maglia dell'Uni e a scuola lo bullizzano, l'ateneo gli offre una borsa di studio
CINA
7 ore
A Hong Kong in migliaia in strada sfidano il divieto della polizia
STATI UNITI
9 ore
In California le università dovranno fornire la pillola del giorno dopo
STATI UNITI
10 ore
Pompeo: «C'è Teheran dietro agli attacchi alle raffinerie saudite»
ARABIA SAUDITA
10 ore
Riad ferma la produzione nelle raffinerie colpite
SPAGNA
05.12.2017 - 11:260
Aggiornamento : 12:03

Catalogna: il giudice ritira il mandato di cattura per Puigdemont

L'ex presidente catalano e quattro suoi ministri si trovano al momento in Belgio

MADRID - Il giudice Pablo Llarena, del Tribunale Supremo spagnolo, ha ritirato il mandato di cattura europeo nei confronti dell'ex presidente della Catalogna Carles Puigdemont e dei suoi quattro ministri che si trovano con lui in Belgio.

Lo riporta il quotidiano spagnolo El País, che sottolinea come tale cambio di rotta fosse inaspettato. Benché sia stato ritirato il mandato di cattura europeo, il leader indipendentista catalano e i suoi ex collaboratori rimangono ricercati in Spagna. Sarebbero quindi immediatamente arrestati se vi facessero ritorno.

Llarena ha spiegato che l'ordine europeo è uno strumento che può essere rivalutato in qualsiasi momento dopo la sua emissione. In particolare, «gli indagati sembrano aver mostrato la loro intenzione di tornare in Spagna per prendere possesso ed esercitare delle cariche elettive per le quali si sono presentati recentemente», scrive il giudice.

Il riferimento è alle prossime elezioni regionali anticipate previste in Catalogna per il 21 dicembre prossimo. I cinque sono accusati, fra le altre cose, di ribellione per aver tenuto il referendum indipendentista del 1° ottobre scorso e aver dichiarato la secessione della Catalogna - poi sospesa - nonostante i divieti di Madrid. 

Il Belgio attende chiarimenti - La Procura di Bruxelles attende chiarimenti dalle controparti spagnole sul ritiro del mandato d'arresto europeo nei confronti del presidente destituito della Catalogna, Carles Puigdemont, e di altri quattro ex ministri del Govern, che sono al momento in Belgio. In base a questo verranno decisi i prossimi passi giudiziari. E' quanto ha riferito all'agenzia di stampa italiana Ansa la Procura, che farà altre comunicazioni appena la situazione sarà chiarita nei suoi dettagli.

Proprio ieri la Camera di consiglio di Bruxelles ha fissato al 14 dicembre la decisione sull'estradizione o meno di Puigdemont e degli altri quattro colleghi.

     
 
 

1 anno fa L'estradizione di Puigdemont? «Decisione il 14 dicembre»
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-15 19:02:16 | 91.208.130.87