Segnala alla redazione
LOCARNO
25.07.2013 - 11:190
Aggiornamento : 04.11.2014 - 02:40

La sezione Carte Blanche ospita il Cile

Il cinema cileno protagonista della giovane sezione Carte Blanche

LOCARNO - Carte Blanche  si sofferma nella sua terza edizione sul Cile. L'iniziativa del Festival di Locarno, che si propone di offrire una finestra sui film in post-produzione di un paese ogni anno diverso. I work-in-progress selezionati, mai mostrati in altri festival e non ancora legati a un venditore internazionale, verranno presentati ai professionisti dell’industria cinematografica in occasione degli Industry Days di Locarno (10-12 agosto 2013). Carte Blanche è sostenuta dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Carte Blance è resa possibile quest'anno dalla coperazione con CinemaChile, l’agenzia di promozione di opere audiovisive cilene, e AustraLab del Valdivia International Film Festival, Carte Blanche presenterà quest’anno sette film in post-produzione tra finzione e documentario. Constanza Arena, direttrice esecutiva di CinemaChile, introdurrà i registi e produttori che, a loro volta, presenteranno i rispettivi film ai diversi venditori, compratori, fondi di finanziamento, distributori e programmatori internazionali presenti durante gli Industry Days. Dopo ogni screening una sessione di Q&A darà la possibilità ai professionisti dell’industria di interagire con i registi e i produttori.

I film cileni selezionati sono:
•RAUL di Matias Venables Brito, prodotto da Valentina Barros
•R. LORENA di Isidora Marras, prodotto da Josefina Undurraga e Gregorio Gonzalez
•SURIRE di Bettina Perut e Ivan Osnovikoff, prodotto da Bettina Perut e Ivan Osnovikoff
•THE PRODIGAL SON di Carlos Araya Diaz, prodotto da Pablo Saez, Carlos Araya Diaz e Francia Aranda
•THE WALTZ di Edison Cajas, prodotto da Catalina Donoso
•TO KILL A MAN di Alejandro Fernandez, prodotto da Eduardo Villalobos Pino
•VOLANTIN CORTAO di Anibal Jofré e Diego Ayala, prodotto da Soledad Trejo Troncoso


La giuria sarà composta da Frédéric Boyer, direttore artistico TriBeCa Film Festival (Stati Uniti), Gerwin Tamsma, programmatore International Film Festival Rotterdam (Paesi Bassi) e Agustina Chiarino, produttrice (Uruguay), assegnerà al miglior film un premio di 10’000 CHF destinati a completarlo.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-17 13:58:15 | 91.208.130.87