ROMA
02.12.2009 - 16:140
Aggiornamento : 13.11.2014 - 10:42

Cinema: Gassman, mio padre mi vedeva croupier o pappone

'E' stato un'ombra gigantesca, ma ho fatto lo stesso l'attore'

(ANSA) - ROMA, 2 DIC -'Lavoravo come modello, ma e' arrivato papa',ha cominciato a dirmi che gia' mi vedeva diventare croupier o pappone'.Lo dice Alessandro Gassman.Gassman racconta il rapporto che aveva con il padre e dice 'mi ha costretto a iscrivermi alla Bottega teatrale di Firenze, dove lui era direttore e poteva tenermi d'occhio. Non avevo talento, e per giunta ero il 'raccomandato', ma ho fatto lo stesso l'attore. E' stato come un'ombra gigantesca, ma non ho avuto la forza di dire di no a papa'.
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-21 07:51:18 | 91.208.130.87