Ti Press
«Una situazione già prossima al collasso»
ULTIME NOTIZIE Ticino
POSCHIAVO (GR)
3 ore
Incidenti sul lavoro: un imprenditore poschiavino condannato in Italia
Le vittime del sinistro, un uomo decapitato dal cavo di una teleferica e un ferito grave, si trovavano a Grosio (Sondrio)
LUGANO
5 ore
Risultato record: 103'000 utenti al giorno per Tio
Per la prima volta i lettori online superano quelli dei media cartacei. Enrico Morresi: «I contenuti sono più importanti del supporto»
FOTO E VIDEO
LOCARNO
7 ore
Si pattina a suon di Sgaffy. È partito Locarno On Ice
La manifestazione invernale più apprezzata del Ticino festeggia 15 anni con tante novità
CANTONE
8 ore
Fioristi agguerriti: «Così vi facciamo dimenticare i cattivi pensieri»
Vendere una semplice stella di Natale o un amarillis non basta più. Da ormai diversi anni l’Avvento si trasforma in una sfida basata sui colpi di genio. E sulla capacità di stupire
Attualità
8 ore
Dal fotovoltaico allo studio sui batteri: quando la Supsi progetta al fronte
Il mandato che il Cantone ha stipulato con la scuola comprende sedici ambiti. Tra i molti abbiamo selezionato tre progetti
AIROLO
8 ore
A Pesciüm si scia dal 30 novembre
Le condizioni meteo particolarmente favorevoli hanno permesso di preparare le piste
SAN BERNARDINO
8 ore
La neve è arrivata: parte la pre-season
L'apertura parziale delle infrastrutture invernali è prevista per il 23 e il 24 novembre
CANTONE
9 ore
Fumo o svapo: «Meglio buttarsi dal primo piano, piuttosto che dal quinto»
I medici americani chiedono lo stop alla sigaretta elettronica. Tanti i dubbi sullo svapo. Ma in Svizzera il mercato è in ascesa. Ecco cosa ne pensano gli esperti ticinesi. Guarda il video
LUGANO
9 ore
«Chi di conflitto di interessi parla, in conflitto di interesse è!»
Il PLR replica alle accuse leghiste rivolte nei confronti della loro capogruppo in consiglio comunale, Karin Valenzano Rossi
CANTONE
9 ore
I social media riscuotono interesse turistico
Oltre trenta le persone che hanno preso parte a una formazione proposta ai partner di Lugano Region e Mendrisiotto Turismo
LOCARNO
9 ore
Monte Brè, l'incontro in Municipio
L'Esecutivo cittadino ha incontrato i promotori del progetto privato che mira a edificare nuove costruzioni di stampo turistico e alberghiero nel quartiere
BELLINZONA
10 ore
Il premio Robert Wenner ad Andrea Alimonti
Il capogruppo dell'Istituto oncologico di ricerca di Bellinzona riceverà 100'000 franchi per le sue scoperte sulle cellule tumorali
MENDRISIO
10 ore
Un nuovo contratto collettivo per FoxTown
Ne beneficeranno, dal 1° gennaio, oltre 1200 collaboratori attivi nei 160 negozi del Centro
CANTONE
11 ore
«Servizio espresso», basta pagare e ti arriva la patente
Su Facebook compare la pagina "patente di guida". Si ottiene senza esami né prove, ma pagando
CANTONE
11 ore
Violenze contro i figli, confermate le pene
Per i fatti relativi ai genitori di Chiasso, la madre è stata condannata a otto anni mentre il padre a tre. Condannato anche il nonno per non aver sporto denuncia
CONFINE
11 ore
Frana sulla strada per il Bisbino, isolate 900 persone
La strada che collega Rovenna a Cernobbio è stata nel frattempo sgomberata dai massi, ma per il ripristino in sicurezza serviranno giorni
CANTONE
11 ore
Pestaggio di Gravesano, Losanna annulla la sentenza
Il Tribunale federale ha parzialmente accolto il ricorso presentato da uno dei due aggressori, condannato per tentato omicidio intenzionale
BELLLINZONA
12 ore
«Revocate il premio alla carriera a Haber»
Dopo le frasi sessiste, e le scuse dell'artista, arriva l'interrogazione alla città di Bellinzona, sponsor di Castellinaria: «Sessismo, razzismo e xenofobia devono essere denunciati»
CANTONE
16.10.2019 - 17:410

Chiusura della "Verbano Orientale", il Malcantone si ribella

A causa dei lavori di risanamento dalla SS394, alcuni deputati temono un travaso di traffico che paralizzerebbe la già precaria viabilità della regione

BELLINZONA - È notizia di ieri che la strada statale "Verbano Orientale" (SS394), fra Luino e Colmegna, verrà parzialmente chiusa a causa dei lavori di risanamento di alcuni viadotti. La chiusura è prevista da domani (17 ottobre) e durerà circa 400 giorni.

Da quanto si è appurato, diverse autorità svizzere come pure i vari servizi di trasporto (Autopostale, Navigazione, ecc.) sarebbero state preavvisate della chiusura solo alcuni giorni fa. E questo nonostante sia una tratta interessata dal transito di circa 10'000 veicoli leggeri al giorno, ai quali si aggiungono diversi mezzi pesanti e pullman.

Evidentemente questi mezzi pesanti saranno deviati su altri percorsi, in primis verso il valico di Ponte Tresa. E andranno a congestionare - unitamente ai veicoli leggeri che sceglieranno tragitti alternativi - la già precaria viabilità del Malcantone.

Per questo alcuni deputati - la maggior parte residenti nel Malcantone, ma appartenenti a diversi partiti - non sono rimasti con le mani in mano e hanno presentato un'interpellanza al Governo. Nell'atto parlamentare vengono sottoposte le seguenti domande:

  1. È confermato che da parte Svizzera si è saputo della chiusura solo pochi giorni fa? Come intende reagire il Consiglio di Stato?
  2. È consapevole il Consiglio di Stato che a dipendenza delle soluzioni operative che adotteranno l’Italia e ANAS, il traffico non più consentito o disincentivato a causa dei lavori sulla SS394 si riverserà sulle strade del Malcantone, che saranno pure loro toccate dai cantieri previsti nell’ambito del Piano di Pronto Intervento viario? Che misure si possono adottare per minimizzarne gli effetti? Il Consiglio di Stato prevede di avere un ruolo attivo nella ricerca di soluzioni?
  3. Come valuta il Consiglio di Stato la possibilità di richiedere ad ANAS delle finestre di transito libero sulla SS394 soprattutto il mattino in andata e la sera al ritorno dei frontalieri? Si intende insistere con questa soluzione presso ANAS?
  4. Non ritiene il Consiglio di Stato che, se sono garantite le condizioni di sicurezza della statale SS394, sarebbe preferibile chiedere all’ANAS e all’Italia di differire l’inizio dei lavori di un anno, fino all’adozione del nuovo concetto di Trasporto Pubblico 2021 che prevede un potenziamento dell’offerta nell’ordine di un + 88% e la cui entrata in vigore è stabilita per l’inizio di dicembre 2020, così da avere migliori alternative al traffico privato e di conseguenza poter elaborare trasporti sostitutivi efficaci?

Ad aver presentato l'interpellanza sono stati Giovanni Berardi (primo firmatario), Piero Marchesi, Eolo Alberti, Cristina Maderni, Nicola Corti, Sabrina Aldi, Tiziano Galeazzi, Maristella Polli, Sara Imelli e Maddalena Ermotti Lepori.

Commenti
 
GIGETTO 1 mese fa su tio
Basta un cantierino nelle immediate vicinanze del confine IT-CH per mandare letteralmente in tilt quasi mezzo Canton Ticino a livello di traffico stradale....aaaahh ma siamo messi proprio bene!
klich69 1 mese fa su tio
Tanto i vicini tricolori avendo ristrettezze in tutti i sensi e senso protetti dai truffaldini ue fanno come vogliono poi la classe politica ticinese pensa alle poltrone come i tricolori fannulloni.
centauro 1 mese fa su tio
Leggo alcuni commenti che esprimono unicamente un sacco di minchiate, c'è chi tira in ballo la chiusura delle frontiere paragonandole ai cantieri, chi tira in ballo i frontalieri ecc.......Se questi interventi sono fatti per prevenire quanto è successo al ponte Morandi è normale che ci saranno disagi sul traffico. Dubito che le vostre capacità cerebrali possano comprendere la situazione.......ma andate aff........
Marco Ermeti 1 mese fa su fb
400 giorni, si, come no? Anche il ponte di Genova doveva essere pronto per Natale 2019, essendo Italia ci vorranno 4000 giorni, non 400...
Marco Ermeti 1 mese fa su fb
I bilaterali... ah i bilaterali... per fortuna che ci sono i bilaterali...
Marco Ermeti 1 mese fa su fb
Adesso si chiama Verbano orientale?
DeRossi Daniele 1 mese fa su fb
é 2 mesi che ci sono cartelli che sarà chiusa la strada 🤣🤣
Anide Pinco 1 mese fa su fb
E quando i svizzeri chiudono nelle ore notturne i valici secondari allora partono proteste e manifestazioni....ma quando italici chiudono una strada per 400 giorni filati allora va bene!!!!!! Ottimo coglioni politici di Berna...cari malcantonesi, da domani mettete giù i chiodi sull’asfalto oppure andate a montagnola dal Cassis e mostrategli la situazione, visto che lui é primo che dovrebbe svegliarsi.
vulpus 1 mese fa su tio
Ma quanto ragliare per niente. Altri cantieri in Ticino dovrebbero creare alzate di scudi. Quì si tratta di rifare alcuni ponti in cattivo stato, ma il cantiere ne affronta uno alla volta con relativa semaforizzazione, quindi i tratti sono contenuti. Maggiore preoccupazione potrebbe essere il limite di tonnellaggio . ma anche quì grazie ai nostri talebani, il trasporto di inerti ha dovuto essere spostato su strada.
Bandito976 1 mese fa su tio
Come nel medioevo, l’invasione dei barbari!
Gianbattista Camplani 1 mese fa su fb
Dalla padella alla brace
curzio 1 mese fa su tio
Avete voluto i frontalieri per portare benefici economici? Ora teneteveli!
Mattiatr 1 mese fa su tio
@curzio Vero, concentrare tutte quelle aziende, con tutti quei lavoratori, in un'area così piccola non è stato molto furbo. Ora chi ne paga le conseguenze è chi ci vive e chi passa per andare altrove (autostrada, ...). Una buona mossa cantonale sarebbe quella di rendere meno sfavorevole una zona industriale nella bassa Leventina-Riviera. Che so, aree di carico e scarico merci ferroviarie, entrare all'autostrada, o altro. In fondo nella regione si è più vicini alla CH centrale ed evidentemente problemi con il frontalierato sono più rarefatti.
centauro 1 mese fa su tio
@Mattiatr Pecunia non olet!
Val Caste 1 mese fa su fb
Andrea Weber 1 mese fa su fb
Prendetevela con i comuni di Manko, Bioggio, ecc, che da anni permettono alle aziende di impiantarsi nel loro territorio e assumere vagonate di frontalieri.
Elena Re 1 mese fa su fb
Concordo per rancore. Una delle aziende di Bioggio mi ha rimbalzato perché costo troppo. 😡 questa situazione é ridicola! 😒
Andrea Weber 1 mese fa su fb
Ti capisco, purtroppo, la politica comunale è cantonale è complice di questo sistema.
Treccani Danilo 1 mese fa su fb
Si ribella in che senso 😂😂
Alessio Nesurini 1 mese fa su fb
Figata... Geograficamente il Ticino è messo molto male!!
Alessandro Milani 1 mese fa su fb
Che siano state allertate pochi giorni fa sono balle è già alm da 1 settimana e oltre che si sapeva!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 02:14:22 | 91.208.130.86