TiPress
CANTONE
21.02.2019 - 07:390

Troppi professori italiani alle superiori?

Nicholas Marioli interroga il Governo dopo la presunta segnalazione degli allievi del Liceo di Lugano 1

LUGANO - «Nell'istituto un tempo glorioso, continuano a sbarcare frotte di docenti economici in fuga dalla Fallitalia pur non avendo nessuna conoscenza di altre due lingue nazionali, del territorio, della cultura e delle istituzioni del Cantone e della Confederazione». Sarebbero questi i toni utilizzati da alcuni studenti del Liceo di Lugano 1 che hanno scritto una lettera al Mattinonline.

Una preoccupazione abbracciata dal leghista Nicholas Marioli, che con un’interrogazione si rivolge al Consiglio di Stato per sapere quanti sono i docenti presso le Scuole Medie Superiori ticinesi che sono titolari di un permesso G o B, quanti di questi hanno frequentato la formazione accademica all’estero e se vengano verificate le conoscenze delle lingue nazionali, rispettivamente territoriali e civiche, dei candidati quali docenti.

Marioli vuole anche capire se nell’ambito dei concorsi quali docenti, venga assegnata la preferenza, a parità di requisiti, ai residenti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 08:54:45 | 91.208.130.87