Archivio Fotolia
CANTONE
08.04.2016 - 11:570
Aggiornamento : 13:34

Massimiliano Robbiani: "Quel maestro vuole uccidere gli studenti"

Il deputato leghista interroga il Governo su un insegnante da lui considerato «sinistroide»

BELLINZONA - Massimiliano Robbiani ne ha fatta un'altra. Di interrogazione ovviamente. E che interrogazione. Questa volta il deputato leghista se la prende con un insegnante, ovvero Daniele Dell'Agnola, a cui dedica un'interrogazione lunga quattro pagine. Per farla breve Massimiliano Robbiani ha preso evidentemente troppo sul serio una battuta che l'insegnante ha scritto su Facebook, dove interagendo con i propri studenti ha scritto: "Conflitto cosmico con 16 studenti". E poi ancora: "Diciassette studenti". E aggiunge: "Quindici: due uccisi".

Due uccisi. Quanto basta per far pensare che l'insegnante, per Robbiani 'sinistroide' (in realtà candidato alle precedenti elezioni comunali nelle file del PLRT) voglia uccidere i suoi studenti. Massimiliano Robbiani spiega dunque: "Nel caso che illustro un docente che però insegna addirittura alla SUPSI 'come insegnare ai docenti' ha scritto di uccidere i propri studenti con cui era in conflitto in data 10 febbraio 2010 e invece che venire multato è stato premiato! Il DECS non dice niente quando certi docenti sinistroidi usano Facebook mischiano politica, messaggi discutibili e foto di allievi minorenni, e soprattutto parlano di uccidere gli studenti".

Per Robbiani insomma una chiara "disparità di trattamento" rispetto invece a quando fu sanzionata una docente leghista, la quale in contrasto con una sua studentessa aveva scritto sempre su Facebook "la faccio morire".

Alla fine della sua lunga interrogazione, Robbiani pone al Governo ben otto (!) domande sul caso. Eccole: "Come mai il docente può scrivere di uccidere gli studenti sulla propria pagina Facebook liberamente accessibile da tutti? È stato sanzionato in passato? Gli è stato intimato di cancellare il tutto? Gli allievi riportati nelle foto allegate e vicino alle pubblicazioni offensive sono minorenni? È accettabile che un docente accosti foto di allievi e di attività didattiche a pubblicazioni politiche gravemente offensive come quelle qui indicate? Perché il DECS multa altri docenti e non richiama questo docente per le sue attività? A quante pubblicazioni di materiale scolastico è stato chiamato a collaborare il docente in questione? Che diritto ha di esprimersi sul manuale di educazione sessuale avendovi collaborato solo in parte? Quanto descritto rispetta la LORD?".

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-29 20:54:00 | 91.208.130.89