foto archivio
LUGANO
05.07.2018 - 15:260
Aggiornamento : 18:30

Alberi avvelenati a Viganello: il Municipio sporge denuncia

Degli individui muniti di spruzzini avrebbero fatto ammalare le piante. Già in passato si era resa necessaria la sostituzione di alberi per un improvviso deperimento

LUGANO - Il Municipio ha deciso di sporgere una denuncia penale contro ignoti per l’avvelenamento di alcune piante a Viganello, di un fondo di proprietà comunale (sul mappale RFD 99).

Un improvviso deperimento - In occasione degli interventi di rinnovo delle alberature cittadine avvenuti lo scorso autunno-inverno, il Verde pubblico ha messo a dimora oltre 120 nuove piante; di queste, 5 sono deperite a Viganello (un acero campestre e quattro bagolari). In passato, proprio in quel luogo, si era resa necessaria la sostituzione di tre alberi per un improvviso deperimento.

Le analisi evidenziano l'avvelenamento - Al fine di individuare le cause di morte delle piante sono quindi stati fatti analizzare alcuni campioni di tessuto vegetale. I risultati delle analisi hanno evidenziato la presenza in dosi elevate di terbutilazina, un principio attivo presente in numerosi prodotti in vendita nei negozi, confermando il sospetto di avvelenamento.

Persone sospette - A conferma delle evidenze scientifiche, vi è la testimonianza di alcuni residenti nella zona, che hanno sorpreso degli individui muniti di spruzzini nelle vicinanze degli alberi malati.

L’Esecutivo, preso atto dei risultati della perizia, ha deciso di sporgere una denuncia penale contro ignoti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Axel12 1 anno fa su tio
Purtroppo sul Brè è una prassi, pur di avere il panorama o ti avvelenano gli alberi (quello che successe a noi) o li tagliano direttamente per rendere più "vendibile" una nuova costruzione. Grandi abeti rossi, un immenso faggio, e ultimamente anche dei tigli ad Albonago, zac eliminati, una tristezza. Purtroppo a rischio sono anche alberi in mappali indicati come boschivi che tolgono vista ai nuovi appartamenti di pseudo-lusso con cui hanno letteralmente devastato il Brè.
siska 1 anno fa su tio
@Axel12 Axel12, posso farti una domanda?.. ma chi sono questi personaggi poco chiari? Chi li paga per distruggere il verde o alberi di buona struttura? Avere un'idea da dove potrebbero provenire....chi vuol vendere ville, case o palazzine sempre di lusso?
Axel12 1 anno fa su tio
@siska Beh speculatori e immobiliaristi sono la cancrena del territorio, per loro un grande albero è solo un fastidio. Comunque sono stati tutti tagliati su terreno privato ma non saprei se è stato chiesto il permesso (per alberi decennali). Nel caso nostro erano sicuramente i vicini a monte (avvelenamento confermato dal giardiniere) ma vai a provarlo che sono stati loro. In altre situazioni erano alberi vicino al confine per cui avranno chiesto il permesso al confinante (pagato?) oppure hanno fatto valere il proprio diritto di tenere alberi ad alto fusto a maggiore distanza dal confine. Ad Albonago sono sicuro invece che alcuni erano alberi fuori dal loro confine e già bosco. Sto monitorando un'altra situazione analoga nel tornante delle arcate della funicolare dove stanno costruendo appartamenti per "superfighi" ma davanti c'è un boschetto con tigli,castagni e aceri di monte molto alti....magari con il benestare del comune non vorrei che li facessero sparire.
siska 1 anno fa su tio
@Axel12 Ciao Axel12, grazie per la spiegazione ed é quello che ho pensato appena letto l'articolo, altrimenti non vi é altra spiegazione. Che tristezza ma anche la rabbia che ti sale perché sai benissimo che dietro a tutto ciò ci stanno mala persone che speculano e dici giusto a riguardo il ramo immobiliare, é una cancrena specialmente sul monte Bré che é cambiato talmente tanto che quasi non ti ricordi più il verde che c'era, io ci abito quasi ai piedi ma quando lo scorgo da lontano é un monte di cemento. Però i responsabili primari di questo scenario sono i nostri cari politici comunali e cantonali che danno l'okay su tutta la linea. Mi dispiace e mi fa male vedere una Lugano e dintorni abbruttirsi sempre di più ed il mondo immobiliare lo reputo pericoloso e speculativo che se non frenato a livello di legge tutelando l'ambiente e il verde andrà in mano se non lo é già in parte, alla malavita venuta d'altrove. Solo che questi sciagurati pagano fior di quattrini e pagano anche per avvelenare alberi bellissimi e secolari. Ultima tua frase....ehhe il benestare dei comuni!
pelota 1 anno fa su tio
... Pezzente malato, se leggi questo post sappi che non vali niente e che la pagherai, il karma non perdona.
ciancaac 1 anno fa su tio
ci sono sicuramente degli interessi..... basta vedere cosa o chi coprono quelle piante. Chi potrebbe giovarne della loro assenza? Magari copre la vista a qualche sedime? Insomma spero che indaghino con più cognizione di causa, visto che il fatto non é nuovo
sedelin 1 anno fa su tio
ignoti? sono stati visti e i testimoni che vadano in comune a descriverli quegli assassini!
siska 1 anno fa su tio
..ecco questa é gente da brancare e dargliene di santa ragione! ...mai sentito una cosa del genere.
elvicity 1 anno fa su tio
la gente è matta... andare in giro con uno spruzzino per uccidere alberi :-((
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:58:52 | 91.208.130.85