Immobili
Veicoli
Ci vuole “Bon ton ciclopedonale”

CANTONECi vuole “Bon ton ciclopedonale”

24.03.22 - 13:45
Il Cantone lancia la campagna “Riguardami” per la convivenza tra pedoni e ciclisti
Tipress
Ci vuole “Bon ton ciclopedonale”
Il Cantone lancia la campagna “Riguardami” per la convivenza tra pedoni e ciclisti

COLLINA D'ORO - Sul nostro territorio sono sempre di più i percorsi ciclopedonali. E anche gli spostamenti “lenti” prendono piede. Basti pensare che nel 2021 tra Agno e Magliaso sono stati registrati fino a 22'000 passaggi mensili i bicicletta. E in generale, in Ticino la mobilità lenta è cresciuta dell'1% tra il 2019 e il 2020. Ma non mancano le criticità, in particolare per quanto riguarda la convivenza tra pedoni e ciclisti (o con mezzi simili, come i monopattini) lungo i percorsi a loro dedicati. 

Il Cantone lancia dunque una campagna di sensibilizzazione denominata “Riguardami”, che ha l'obiettivo di ricordare «come cortesia e attenzione reciproca siano vantaggiosi per tutti nell'usufruire con soddisfazione e sicurezza gli spazi condivisi». Sulle tratte cantonali segnalate come sensibili, sono state riprodotte sull'asfalto delle grafiche raffiguranti il logo di “Riguardami” accompagnate da una cartellonistica verticale riportante alcune semplici regole di “Bon ton ciclopedonale”.

La campagna è stata presentata oggi - anche in presenza di Claudio Zali, direttore del Dipartimento del territorio - lungo la pista ciclopedonale Muzzano-Collina d'Oro, una delle tratte ritenute sensibili. Si tratta di un percorso di 1,2 chilometri realizzato tra giugno 2020 e luglio 2021, al fine di garantire una maggiore sicurezza ai ciclisti che in precedenza dovevano circolare lungo la carreggiata stradale.

La regione del Luganese, in particolare, ha visto diversi interventi (già realizzati o previsti) nell'ambito del Piano di viabilità del Polo (PVP) e i Programmi d'agglomerato del Luganese (PAL). Tra questi la pista ciclopedonale della Piodella, la passerella sul Riana fra Agno e Bioggio e il percorso sul sedime del vecchio tram Lugano-Cadro-Dino, completati nel 2021. Entro la fine del 2022 sarà inoltre avviato il cantiere del Ponte Spada fra Dino e Tesserete.

ALLEGATI
Il flyer di “Riguardami”
NOTIZIE PIÙ LETTE