Archivio Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
55 min
«Ingannata dall’uomo che l’aveva costretta a lasciare tutto»
La difesa della 41enne accusata di assassinio traccia un profilo dell’imputata
CANTONE / AUSTRIA
1 ora
Le regioni alpine collaborano anche in tema Covid-19
Tra i temi di Arge Alp lo scambio di apparecchiature, i pazienti in cure intense e il contact tracing
LUGANO
2 ore
In via Ciani a 114 km/h, grossi guai per un giovane
L'uomo si trovava a bordo di una vettura di lusso sportiva quando è incappato in un controllo tramite apparecchio laser
CANTONE
2 ore
È iniziato l'assalto alle farmacie: «Non ce n'è per tutti»
I ticinesi fanno a gara per accaparrarsi il vaccino stagionale. Ma il Dss frena: prima i gruppi a rischio
POSCHIAVO (GR)
2 ore
Fuga di gas in cascina, muore un 25enne
Il ragazzo e la sua fidanzata hanno perso i sensi. Lei si è ripresa, ma per lui non c'è stato nulla da fare
CANTONE
3 ore
In Ticino l'aspettativa di vita è altissima
Record svizzero, in Europa ci batte solo Madrid
CANTONE
3 ore
Sei morti in un anno sulle strade: è minimo storico
Per la prima volta nella storia feriti e vittime in Ticino sono inferiori alla media svizzera
LUGANO
4 ore
«Che confusione allo CSIA»
Interpellanza dell’MPS al Consiglio di Stato sull’onere settimanale di ore di lezione per i docenti
CANTONE
5 ore
FFS e BePooler, nuovi posti in arrivo
Il successo della fase pilota ha convinto a estendere il concetto ad altri P+Rail.
BELLINZONA
5 ore
«Sapeva ma ha taciuto: non è un’assassina»
In Appello è in corso l’arringa difensiva per il delitto di Monte Carasso
CANTONE
04.05.2020 - 06:300
Aggiornamento : 09:53

«Le mascherine vanno usate di più»

Lo dice il dottor Christian Garzoni, sottolineando che bisogna comunque lavarsi le mani

LUGANO - Mascherina sì o mascherina no? La questione è molto dibattuta, ancora di più ora che la Svizzera ha avviato un graduale e lento ritorno alla normalità. Secondo un recente sondaggio Tamedia sul coronavirus, oltre la metà della popolazione elvetica (il 59%, in Ticino addirittura il 77%) si dice favorevole a un obbligo di mascherina.

Ma la Confederazione lo ha ribadito a più riprese: ne raccomanda l'uso quando le distanze sociali non sono garantite, e serve agli operatori sanitari e ai malati per non infettare i sani, «non è comunque proibito indossarle». Nel frattempo le imprese di trasporto pubblico hanno stabilito che a partire dal prossimo 11 maggio, quando scatterà l’aumento dell’offerta, a bordo dei mezzi la mascherina sarà raccomandata quando non è possibile mantenere le distanze.

Una recente relazione della task-force elvetica sul Covid-19 che tratta proprio la questione della mascherina è giunta alla conclusione che il rapporto rischio-beneficio gioca in gran parte a favore dell’uso generalizzato delle mascherine in quelle situazioni, appunto, in cui non si riesce a rispettare la distanza sociale. A patto comunque che sia accompagnato dall’igiene delle mani.

«Usiamola di più» - «È una strategia della politica sanitaria elvetica: si usano le raccomandazioni, non gli obblighi. Lo stesso avviene per i vaccini» ci dice il medico Christian Garzoni, specialista in malattie infettive e direttore sanitario alla Clinica Luganese Moncucco. «La raccomandazione va però resa un po’ più chiara ed esplicita: la mascherina va usata di più dove la distanza non è mantenuta».

Si parla dunque di situazioni in cui non è possibile mantenere la dovuta distanza sociale. «Si potrebbero fornire indicazioni più puntuali: sui mezzi pubblici, nelle interazioni sul luogo di lavoro e in ambienti di lavoro in locali chiusi quando non c’è la certezza delle distanze, e magari anche negli esercizi pubblici» afferma il medico.

L’aumento dell’interazione - Insomma, le autorità federali hanno cominciato ad allentare i provvedimenti contro la diffusione del nuovo coronavirus e le persone hanno voglia di uscire di casa, di tornare a incontrarsi. «Ora che si torna fortunatamente a interagire di più con gli altri, ben venga uno strumento come la mascherina che ci può proteggere dalla diffusione del virus».

Lo sottolinea la task-force scientifica. E lo ribadisce anche il dottor Garzoni: «La mascherina non sostituisce però una corretta igiene delle mani e il mantenimento della distanza sociale nel limite del possibile». Il rapporto del gruppo di esperti osserva, comunque, che nessuno studio evidenzia un calo del rispetto delle norme igieniche a causa dell’impiego della mascherina. Non escludendo comunque che il rischio esista.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 17:31:57 | 91.208.130.87