Immobili
Veicoli

LUGANOUna boccata d'ossigeno per le attività cittadine

09.04.20 - 13:09
Nel primo semestre 2020 le tasse per l'occupazione dell'area pubblica non saranno riscosse
Archivio Tipress
Una boccata d'ossigeno per le attività cittadine
Nel primo semestre 2020 le tasse per l'occupazione dell'area pubblica non saranno riscosse

LUGANO - La Città di Lugano ha deciso oggi - quale ulteriore misura a sostegno dell’economia a seguito dell’emergenza coronavirus - di rinunciare alla riscossione delle tasse relative all'occupazione dell’area pubblica per il primo semestre del 2020. Dopo la decisione dello scorso 18 marzo di sospendere temporaneamente il pagamento della tassa in oggetto la Città fa quindi un ulteriore passo, tramutando la sospensione in condono semestrale.

La decisione - si legge in una nota - è stata presa in considerazione del fatto che le restrizioni attualmente in vigore determinano importanti ripercussioni negative sulle attività economiche che si protrarranno verosimilmente nel tempo, e concerne le tasse di occupazione per le seguenti attività: esercizi pubblici, attività economiche, natanti commerciali, mercato cittadino e mercati straordinari.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO