Archivio Tipress
CANTONE
29.01.2020 - 06:440

Due ricorsi contro la legge sugli orari dei negozi

Al Tribunale federale per chiedere l'abrogazione del divieto di vendita serale di alcolici

BELLINZONA - Da una parte c'è il sindacato Unia, che contesta il quorum dei commercianti aderenti al contratto collettivo di lavoro. Dall'altra un commerciante che chiede l'abrogazione del divieto di vendita serale di alcolici. Sono almeno due i ricorsi presentati al Tribunale federale contro la legge sugli orari dei negozi, come scrive oggi il quotidiano la Regione.

Le ragioni del sindacato saranno spiegate oggi. Mentre per quanto riguarda quelle del commerciante, si tratta delle disposizioni che vietano la vendita di alcolici dopo le 19 nei giorni feriali (si arriva alle 21 il giovedì) e dopo le 18 le domeniche e i giorni festivi. Una situazione che metterebbe a rischio anche «la birretta con il kebab, se si decide di consumarli dopo le 19 di sera» come scrive il quotidiano.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Bayron 5 mesi fa su tio
Quello di UNIA è scandaloso
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 03:47:04 | 91.208.130.85