Municipio Bellinzona
BELLINZONA
19.11.2019 - 09:550

Quasi 6 milioni per la ciclo-pedonale tra Gorduno e Castione

Il Municipio di Bellinzona ha licenziato il messaggio con la richiesta del credito necessario per la realizzazione del nuovo collegamento

BELLINZONA - Ci vorranno quasi 6 milioni di franchi per realizzare la pista ciclo-pedonale Gorduno-Castione. Il Municipio di Bellinzona ha infatti licenziato il messaggio municipale con la richiesta del credito necessario per la realizzazione del nuovo collegamento. Il progetto consiste nella realizzazione di un nuovo percorso pedonale e ciclabile attraverso una passerella sul fiume Ticino, il cui progetto è stato allestito dallo studio dell’ing. Giorgio Masotti su mandato dell’allora Comune di Gorduno.

Il nuovo percorso intende migliorare l’accessibilità della sponda destra del fiume con il comparto della stazione FFS di Arbedo-Castione, comprensivo del nodo intermodale dei trasporti pubblici, ma anche dei centri commerciali e di quello scolastico. Esso vuole favorire ulteriormente, assieme alle passerelle già realizzate, la permeabilità tra la sponda destra e quella sinistra del fiume Ticino e, con le ulteriori tratte attualmente in progettazione, come ad esempio la nuova ciclopista tra Castione e Lumino sul tracciato dell’ex retica, contribuire a completare la rete ciclabile regionale con una valenza – oltre che di svago e turistica – anche per gli spostamenti quotidiani.

L’intervento si estenderà su una lunghezza di circa 720 metri (per il rimanente si seguiranno le vie esistenti su territorio di Arbedo-Castione) e si articolerà attraverso una rampa di accesso a Gorduno di 150 metri di lunghezza, la nuova passerella a scavalcare l’autostrada A2 e il fiume Ticino lunga 270 metri e una nuova strada d’argine in territorio di Castione di 300 metri.

L’opera, la cui progettazione preliminare era stata iniziata dall’ex Comune di Gorduno e inserita nel piano delle opere riprese dal nuovo Comune di Bellinzona, è stata confermata di valenza regionale dalla Confederazione, che ne contribuisce al finanziamento, dalla Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese (CRTB) e dal Cantone, il quale ne ha delegato la progettazione definitiva e la realizzazione alla Città di Bellinzona, che ne sarà proprietaria.

Il costo complessivo ammonta a 5.70 milioni di franchi (IVA, spese e imprevisti inclusi), di cui 2.15 milioni assunti dal Cantone (il relativo messaggio è già stato licenziato dal Consiglio di Stato all’attenzione del Gran Consiglio), 1.40 milioni dalla Confederazione nell’ambito del finanziamento dei programmi d’agglomerato di seconda generazione, 1.16 milioni dai Comuni membri della CRTB in base alla chiave di riparto per le opere d’interesse regionale e il saldo a carico della Città di Bellinzona.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 15:29:13 | 91.208.130.87