EOC
CANTONE
06.11.2019 - 09:330

Dall'EOC alla Facoltà di Medicina dell'USI

La dottoressa Valentina Forni Ogna, specialista in medicina interna e nefrologia all'Ospedale Regionale di Locarno, è stata nominata quale libera docente dal Consiglio dell'Università

LUGANO - Il Consiglio dell’Università della Svizzera Italiana  ha formalizzato la nomina a libero docente della dottoressa Valentina Forni Ogna, specialista in medicina interna e caposervizio di nefrologia presso l’Ospedale Regionale di Locarno. A inizio 2018, il medico aveva ottenuto una carica analoga presso l’Università di Losanna.

Valentina Forni Ogna ha al suo attivo un’intensa attività in ricerca clinica in ambito nefrologico (in particolare in fisiologia renale ed ipertensione arteriosa) attestata da numerose pubblicazioni su riviste specialistiche e comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali ed è inoltre membro di diverse società della specialità svizzere e internazionali.

I titoli di professore assegnati dall’USI rispettano le procedure e le esigenze in vigore a livello nazionale nelle Università che dispongono di una Facoltà di scienze biomediche. «La possibilità di ottenere un titolo di abilitazione all’insegnamento presso l’USI è una prospettiva destinata ad aumentare ulteriormente l’attrattività dell’Ente Ospedaliero e della Facoltà di scienze biomediche stessa, perché consente di offrire alle giovani leve in ambito medico una carriera accademica», precisa lo stesso EOC in un comunicato odierno.

Curriculum Vitae - La dottoressa Valentina Forni Ogna, nata a Lamone nel 1980, ha studiato medicina all’Università di Berna dove si laureata nel 2005 ed ha ottenuto il dottorato in medicina nel 2006. Dopo la laurea è rientrata in Ticino, dove ha lavorato dapprima come medico assistente nel Servizio di Nefrologia dell'Ospedale Regionale di Lugano e in seguito nel Servizio di Medicina Interna dell’Ospedale Regionale di Locarno.

Nel 2010 si trasferisce a Losanna, ed è attiva come medico assistente clinico e ricercatrice presso il Servizio di Nefrologia ed Ipertensione del CHUV. Qui ottiene inoltre il Certificato in ricerca clinica dell'Università di Losanna.

Dal 2013 al 2015 - sostenuta dal Fondo Nazionale Svizzero - ha affinato le capacità cliniche in ambito di ipertensione arteriosa, litiasi renale e malattie genetiche rare e partecipa a progetti di ricerca ed innovazione tecnologica nell'ambito delle malattie cardiovascolari presso l'Ospedale Europeo Georges Pompidou Parigi. Dal 2015 al 2017 rientra a Losanna come capoclinica del Servizio di Nefrologia ed Ipertensione del CHUV. Dal primo gennaio 2018 diventa il caposervizio di nefrologia all'Ospedale Regionale di Locarno. Dopo l’ottenimento del titolo di specialista in medicina interna generale (2009) e in nefrologia (2013), a riconoscimento della sua attività di ricerca e nell’insegnamento, nel gennaio 2018 la Facoltà di medicina dell’Università di Losanna le ha conferito la libera docenza.

Valentina Forni Ogna è coniugata e madre di due bambini.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:31:51 | 91.208.130.86