ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
48 min
Caccia sì, ma non stressiamo gli animali al gelo
Si apre la caccia tardo autunnale. Cervi, caprioli e cinghiali sono le prede. Ma con dei limiti: «Le condizioni sono estreme, bisogna evitare che gli animali disperdano le loro energie»
CANTONE
1 ora
La legge "Fogazzaro" si è arenata. Bertoli: «Il Parlamento decida»
Da febbraio la modifica della legge scolastica è in Commissione, dove si sta tentando l'operazione di unire due rapporti antitetici. Il direttore del Decs: «È un'operazione impossibile»
CANTONE
3 ore
Uccise la moglie: condannato a diciotto anni di carcere
È colpevole di assassinio il 57enne macedone comparso alle Criminali per il delitto di Ascona
ROVEREDO (GR)
3 ore
Equilibri in Municipio di nuovo in discussione
Il Tribunale federale ha accolto in parte il ricorso della sezione Liberale democratica sul conteggio delle schede dell'elezione dell'ottobre 2018
CANTONE
3 ore
Un anno impegnativo per il sindacato dei docenti
Dalla pausa per i docenti di scuola dell’infanzia, all’ottimizzazione dei consigli di classe, fino alla riforma del liceo
CANTONE / URI
4 ore
Scontro nel San Gottardo, circa 40mila franchi di danni
L'impatto contro un pullman è costato un bello spavento all'automobilista, che ha effettuato un testacoda prima di andare a sbattere contro la parete della galleria
LUGANO
4 ore
«Ma quale conflitto d'interessi?», Valenzano Rossi risponde alla Lega
La capogruppo PLR sottolinea come la collaborazione, legale, fosse nota da tempo. E rilancia: «Attaccata per indurre al silenzio le voci critiche e per mancanza di argomenti validi»
FOTO
CANTONE
4 ore
Sos Infanzia premia quattro associazioni
Consegnato il riconoscimento in onore di Federico Mari a Malattie Genetiche Rare Svizzera Italiana, Shark Team 2000, Illy e la Sindrome di Goodpasture e ATKYE
FOTO E VIDEO
CENTOVALLI
4 ore
Operazione mozzafiato: cinque campane in volo a Rasa
Video spettacolare sui monti innevati. Claudio Simoni, segretario della “parrocchia”: «È un momento storico per noi»
CANTONE
4 ore
Il prof. Giovanni Pedrazzini in conferenza a Massagno
L'evento, aperto a tutti, permetterà al pubblico di conoscere un luminare del suo ramo, unico ticinese a ricoprire la carica di Presidente della Società Svizzera di Cardiologia
CANTONE
4 ore
Genova e Savona propongono la loro strategia dei trasporti
Dubbi sulla fattibilità della Chiasso-Lugano. Autotrasporto strategico ancora per molti anni a venire
CANTONE
5 ore
Oltre trenta domande sulla politica carceraria
L'interrogazione al Consiglio di Stato si inserisce in un'indagine avviata dal deputato ginevrino Pierre Bayenet
CANTONE
21.10.2019 - 10:370

461,4 milioni di franchi per finanziare il trasporto pubblico

Zali: «Per gli spostamenti tra gli agglomerati e per quelli all'interno delle aree urbane, il ruolo dei mezzi pubblici è concorrenziale rispetto al traffico motorizzato»

BELLINZONA - Il Dipartimento del territorio (DT) ha presentato in data odierna, nel corso di una conferenza stampa, i principali contenuti del Messaggio - approvato dal Consiglio di Stato il 16 ottobre 2019 - concernente l’approvazione dell’offerta di trasporto pubblico 2021 in funzione dell’apertura della galleria di base del Monte Ceneri e lo stanziamento di un credito quadriennale di 461,4 milioni di franchi per il finanziamento delle prestazioni di trasporto pubblico 2020-2023.

L’apertura della galleria di base del Monte Ceneri a dicembre 2020 segnerà un nuovo inizio e una rivoluzione per il trasporto pubblico in Ticino. Grazie alle nuove infrastrutture previste verrà messo in atto un importante potenziamento dell’offerta di trasporto pubblico, sia ferroviaria che su gomma, volto ad offrire alla popolazione e ai visitatori del Cantone Ticino una rete di trasporto pubblico capillare, frequente e attrattiva.  

Il DT ha colto l’occasione per ringraziare le imprese di trasporto, i Comuni e le Commissioni regionali dei trasporti per la collaborazione mostrata in sede di condivisione del progetto di nuova rete dei trasporti.  «I trasporti pubblici costituiscono un elemento importante per la gestione complessiva della mobilità, concorrono a migliorare l’attrattività del nostro territorio e contribuiscono a garantire un’elevata qualità di vita», ha dichiarato nel corso del suo intervento, il Consigliere di Stato Claudio Zali, ricordando che «per gli spostamenti tra gli agglomerati e per quelli all'interno delle aree urbane, il ruolo dei mezzi pubblici è concorrenziale rispetto al traffico motorizzato». «Alla luce degli sviluppi prospettati e considerate le opportunità che si delineano con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri - ha aggiunto -, è prioritario garantire l’impegno a proseguire nel solco tracciato sin dagli anni ’90 del secolo scorso, volto a offrire una rete di mezzi pubblici sempre più attrattiva in modo capillare sul territorio cantonale».  

La nuova offerta dal 13 dicembre 2020  - Attraverso la nuova galleria di base del Ceneri, oltre ai treni merci e a quelli della lunga percorrenza, circoleranno anche i convogli regionali. Ciò permetterà di offrire un generale potenziamento dei servizi e di ridurre notevolmente i tempi di percorrenza tra le località del Sotto- e del Sopraceneri.  

Sarà inoltre ampliata la rete bus regionale, con l’obiettivo di creare un’offerta completa e stimolare ulteriormente l’utilizzo del trasporto pubblico. Le linee principali avranno, in genere, corse ogni trenta minuti su tutto l’arco della giornata tra le 06:00 e le 20:00 dal lunedì alla domenica. Alla sera il servizio sarà assicurato fino alla mezzanotte. Sulle linee secondarie l’orario sarà potenziato in modo differenziato, in funzione della domanda potenziale e delle esigenze specifiche. In generale, da ogni località sarà possibile raggiungere il polo di riferimento entro le ore 06:00 e gli altri agglomerati del Cantone entro le 07:00. Alla sera sarà possibile rientrare al proprio domicilio partendo dal polo di riferimento alle 20:00. Le reti bus urbane del Bellinzonese, Locarnese, Luganese e Mendrisiotto saranno anch’esse estese e l’offerta intensificata.  

Finanziamento - Il credito quadro richiesto dal Consiglio di Stato permetterà di far fronte alle spese cantonali per il trasporto pubblico per il quadriennio 2020-2023. Lo stesso integra anche il potenziamento dell’offerta a partire dal 2021. L’onere lordo a carico di Cantone (per le linee regionali e urbane) e Comuni (per le linee regionali) è pari a 461,4 milioni di franchi. L’onere netto a carico del solo Cantone per il quadriennio è pari a 355,6 milioni di franchi. La spesa netta a carico del Cantone cresce di quasi il 50% dal 2020 al 2021, il che ben illustra la rilevanza del potenziamento previsto.

Il Messaggio concernente l’approvazione dell’offerta di trasporto pubblico 2021 in funzione dell’apertura della galleria di base del Monte Ceneri e lo stanziamento di un credito quadriennale di 461,4 milioni di franchi per il finanziamento delle prestazioni di trasporto pubblico 2020-2023, sarà sottoposto per approvazione al Gran Consiglio.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 21:54:44 | 91.208.130.86