tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
2 ore
Dove c'era l'erba ci sarà... questo
Ben 153 appartamenti sull'ultima collina verde di Breganzona. Il progetto sta creando malumori tra i residenti
CANTONE
4 ore
Parrucchieri presi di mira sui social, ma non davanti alla legge
In Ticino non sembrerebbero esserci precedenti di denunce per lesioni personali. Tuttavia crescono i reclami sul web
FOTO
CANTONE
4 ore
Il San Nicolao blu, perché il papà è importante
Anche quest'anno ha avuto luogo l'evento per segnare l'importanza del mantenimento delle relazioni coi figli anche dopo la separazione e il divorzio
VIDEO
GAMBAROGNO
5 ore
L'uomo che sogna i triangoli: «Così il "bordello" forse finirà»
Traffico caotico tra Magadino e Cadenazzo. C'è un miglioramento grazie alla piccola rivoluzione di Quartino. Ma ora l'agguerrito consigliere comunale Cleto Ferrari chiede il bis. Il video
MENDRISIO
5 ore
Auto contro un dissuasore
L'incidente si è verificato a Rancate. Solo danni materiali
CANTONE
6 ore
«Il bunker di Camorino va chiuso subito»
Tredici associazioni hanno presentato al Parlamento ticinese una petizione che chiede una serie di misure per migliorare le condizioni di vita dei richiedenti l'asilo
LUGANO
7 ore
"Anna dai capelli corti" ha sempre più amici
L'associazione è nata nel 2015 all’interno del Centro di Senologia della Svizzera Italiana per aiutare le pazienti colpite da tumore al seno entro i 50 anni
BISSONE
7 ore
«I socialisti tagliano gli aiuti ai più deboli»
Il gruppo Lega, Udc, Indipendenti critica il voto contro il supporto economico ai beneficiari di prestazione complementare
BELLINZONA
8 ore
I 150 anni di AMB con un pezzo di “nuvola” nella storia
La Nuvola piovasca di Piazza del Sole è stata trasformata in borse per la spesa in vendita
BELLINZONA
9 ore
«L'ex Ospedale è da preservare»
Il gruppo PLR interroga il Municipio di Bellinzona sulle sorti dell'attuale sede della polizia militare
VIDEO
ROSSA (GR)
9 ore
Una persona sotto shock per l'incendio, morti due gatti
Durante le operazioni di spegnimento la rete elettrica nel paese è stata provvisoriamente staccata e la strada per Rossa bloccata
GAMBAROGNO
15.10.2019 - 06:060
Aggiornamento : 10:32

Fino all’altro ieri, qui si viveva “senza cellulare”

Mentre il mondo assapora il 5G, il villaggio di Indemini, 48 abitanti, può finalmente scoprire i piaceri della telefonia mobile. L’ex sindaco: «Aspettavamo questo momento da 20 anni»

GAMBAROGNO – Il mondo sta scoprendo il 5G, la telefonia di quinta generazione. Ma c’è chi, fino all’altro ieri, non poteva utilizzare il cellulare nel proprio luogo di residenza. E non occorre andare chissà dove per trovare un caso simile. A Indemini, nel Gambarogno, il cellulare lo si può usare solo da qualche settimana. «È da 20 anni che aspettavamo questo momento – sospira Fausto Domenighetti, ex sindaco –. Ora per noi parte una nuova vita».

Dentro la conca – Un villaggio di 48 abitanti, situato in una conca, dietro all’Alpe di Neggia e praticamente sotto il Monte Tamaro. «Il problema – spiega l’ex sindaco – era che dall’Alpe di Neggia in giù non c’era campo. E scattava così il roaming per la vicinanza con l’Italia. Non vi dico che fatture ci arrivavano. Pazzesche. Salatissime. Ora finalmente sono state piazzate due antenne 4G e anche noi possiamo usare il nostro cellulare facendo capo alle reti svizzere».

Si festeggia per il “vecchio” 4G – Il Comune, e questo va specificato, aveva cercato di venire incontro alla popolazione, partecipando alle spese dettate dal roaming. «Inoltre, negli ultimi anni, c’è stata una grande intensificazione degli sforzi per risolvere la problematica. Dapprima è arrivata la fibra ottica. Ora il 4G».

Le antenne della svolta – Un dettaglio che fa quasi tenerezza, considerando l’avanzata del 5G nel resto del pianeta. «Una cosa per volta – ironizza Domenighetti –. Ci hanno detto, comunque, che una volta piazzate le antenne, passare dal 4 al 5G non rappresenterà una particolare difficoltà. Bisognava arrivare ad averle, queste antenne. Ora ci sono. Ne beneficeranno gli abitanti di Indemini, ma anche tutti i turisti e le persone che hanno case di vacanza da queste parti».

Non c’è spazio per la nostalgia – Nessuno a Indemini sembra rimpiangere il passato. Niente nostalgia dei tempi senza connessione, insomma, secondo l’ex sindaco. «Se c’è una cosa su cui la gente qui è d’accordo è che avevamo bisogno di potere usare i nostri cellulari con i nostri operatori. Prima eravamo praticamente isolati. Capisco che ad alcuni possa sembrare idilliaca, ma una situazione del genere nel 2019 non andava più bene».

Commenti
 
vulpus 1 mese fa su tio
Anche se non avete il 5 G, non sembra sia un problema di vitale importanza. Molti hanno ancora a malapena il 3G. Fa piacere però che SWISSCOM abbia provveduto a servire anche questo paesello dietro le montagne. Risulterebbe che anche il comune abbia fatto la sua parte finanziaria nell'operazione. Che sia di esempio anche per altri comuni dove magari si investe in tante cose inutili e i cittadini non hanno accesso alla rete mobile.
Eliyo Thoma 1 mese fa su fb
Juan Carlo Herrera
Michi Eclisse 1 mese fa su fb
E intanto in Valle morobbia, a 5 minuti dalla capitale non c'è il segnale 4g praticamente da nessuna parte... e tutti sono obbligati ad avere il telefono fisso per poter ricevere/fare telefonate mentre si è in casa. 🤷‍♀️😬
Gabriele Laurianti 1 mese fa su fb
Che tristezza
Rosy Bariffi 1 mese fa su fb
L' inizio della fine 🤣🤣🤔🤔
Diablo 1 mese fa su tio
peró...la fibra ottica anche li é arrivata....ad Oggio in Capriasca invece pippe
albertolupo 1 mese fa su tio
Però gli abbonamenti roaming free è da un po’ che esistono...
Val Caste 1 mese fa su fb
Bene al passo coi tempi 🌼🌼💐💐💐🍁🍁🍁🌿👍🌻🌻👍👍👍👍🐺
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 01:48:32 | 91.208.130.87