ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
«Bloccare i confini sarebbe una misura sproporzionata»
Alain Berset e i ministri della Salute dei Paesi che confinano con l'Italia concordano: «Sbagliato chiudere le dogane»
CANTONE
2 ore
Il coronavirus colpisce anche la Giornata del malato
L'evento, previsto per domenica prossima, è stato rimandato
LUGANO
3 ore
Il contagiato è un 70enne ticinese, ricoverato alla clinica Moncucco
Nuovi dettagli sul primo caso di coronavirus in Svizzera. L'uomo è ricoverato in isolamento, ma «sta bene»
SVIZZERA
4 ore
Coronavirus: c'è un primo caso, ed è in Ticino
Lo ha comunicato l'Ufficio federale della Sanità. A breve comunicazioni dal medico cantonale
LOCARNO
5 ore
«A Solduno servono parcheggi per i cittadini»
Un'interrogazione propone al Municipio di dare in affitto gli stalli comunali
CANTONE
5 ore
Niente acqua benedetta, né scambio della pace
La Diocesi di Lugano ha deciso di adottare alcune drastiche misure per evitare il propagarsi del coronavirus
CANTONE
6 ore
«Siamo sommersi dalle chiamate dal Ticino»
Isteria coronavirus. La helpline attivata da Berna è sotto assedio. E Aldi intanto prepara le scorte
LOCARNO
6 ore
Città più pulita del solito con la Stranociada senza usa e getta
Oltre 5'000 presenze al carnevale locarnese che ha avuto luogo lo scorso weekend
BELLINZONA
6 ore
Risanato, ma senza recinzione. È interrogazione
Bixio Gianini chiede lumi al Municipio in merito al Parco giochi di Preonzo
CANTONE
9 ore
Vento e una spruzzata di neve in arrivo
Allerta meteo per la giornata di domani con correnti che in pianura potranno raggiungere gli 80 km/h
MENDRISIO
10 ore
Nucleo di Somazzo, cantonale chiusa per lavori
Gli interventi si protrarranno dal 2 marzo al 10 aprile
SONDAGGIO
CANTONE
11 ore
In treno attraverso l'Europa? «Ci vuole un solo biglietto elettronico»
La prenotazione di un collegamento ferroviario che passa da più paesi «è complicato». L'ATA lancia una petizione
FOTO E VIDEO
LUGANO
11 ore
Sbanda e si scontra con un camion, chiusa la Vedeggio-Cassarate
Un SUV con un rimorchio carico di legname si è rovesciato nel tunnel, che è rimasto chiuso per oltre due ore
CHIASSO
13 ore
Una bici-passeggiata con US e I Verdi
Lo scopo? Scoprire i cantieri odierni e futuri e le strutture e gli edifici comunali più rilevanti
MENDRISIO
14 ore
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
14 ore
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
FOTO E VIDEO
CANTONE/SVIZZERA
23 ore
A Lugano l'eccellenza della gastronomia svizzera
Sono oggi 122 i ristoranti stellati proposti dalla Guida Michelin Svizzera
FOTO E VIDEO
LOSONE
1 gior
Principio d'incendio in un appartamento
I pompieri hanno potuto spegnere rapidamente le fiamme
CONFINE
1 gior
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
LOCARNO
1 gior
Licenziamento illegittimo: «Il Municipio chieda scusa e reintegri l’operaio»
Per il TRAM il licenziamento di un dipendente è ingiustificato. Sirica: «Scandaloso da parte di un ente pubblico!»
BELLINZONA
1 gior
«Sostegno all'acqua potabile cubana»
Un'interrogazione di Alessandro Lucchini chiede di prelevare un contributo di solidarietà
LUGANO
19.08.2019 - 09:300
Aggiornamento : 11:31

La memoria che sparisce: è il dramma del futuro

Sempre più casi di Alzheimer in Svizzera. E in Ticino sono quasi ottomila. Entro il 2040, potrebbero raddoppiare. La specialista: «L’estate è un periodo delicato» 

LUGANO – All’inizio si dimenticano le cose. Perdono gradualmente la memoria. Poi c’è chi si aggrava. Non sa più chi è. E non riconosce più le persone care. In Svizzera sono 148.000 i malati di Alzheimer, quasi 8.000 in Ticino. Entro il 2040, queste cifre potrebbero raddoppiare. «Ogni anno – spiega Ombretta Moccetti, responsabile del centro competenze Alzheimer di Lugano – si registrano oltre 28.000 nuovi casi a livello nazionale. Il periodo più delicato? Quello estivo».

Perché questo boom negli ultimi due decenni?
Principalmente perché è aumentata la speranza di vita. La popolazione è sempre più anziana. Una volta si moriva prima e certe malattie non subentravano.  

Cosa accade in pratica a un malato di Alzheimer? 
A livello cerebrale alcune cellule muoiono e non vengono più nutrite. Alcune parti del cervello non si connettono più. E la massa cerebrale diventa più piccola. Questo ha una ripercussione su tutte le funzioni corporee. 

Perché l’estate è il periodo più a rischio?
Gli anziani bevono poco e si disidratano facilmente. Chi si trova già in uno stato confusionale, rischia dunque di peggiorare la propria situazione. 

L’estate corrisponde anche al momento in cui i famigliari vanno in vacanza. 
Esatto. Queste persone, quindi, magari vengono affidate provvisoriamente a strutture di soggiorno temporaneo. Il cambiamento di ambiente può causare problematiche ulteriori. 

I costi sociali esploderanno ulteriormente anche a causa della demenza senile?
Al momento in Svizzera ci sono ben 444.000 persone che si occupano di un famigliare colpito da demenza. Si fa il possibile per tenere il paziente a casa e per contenere i costi. Solo nei casi avanzati, in cui subentrano anche problemi fisici, si procede a un ricovero. 

Cosa significa avere un parente malato di Alzheimer?
Vivere in un costante stato di preoccupazione e di stress. Ma anche di frustrazione e di impotenza. Vedere deteriorarsi una persona che una volta era lucida e attiva, è logorante. 

Qual è il vostro ruolo? 
Offriamo consulenza e sostegno ai malati e alle famiglie su come comportarsi nella quotidianità. Spesso i malati non sono coscienti delle loro limitazioni: una regola d’oro è quella di evitare di contraddire un malato di Alzheimer perché è inutile e si rischia di provocare reazioni aggressive. E poi cerchiamo di sensibilizzare l’opinione pubblica. 

Con quale obiettivo?
La società dovrà sempre più convivere con questa malattia, che non è guaribile. Se le persone sono sensibilizzate a dovere, possono essere di grande aiuto anche per il mantenimento di un potenziale paziente a casa. E poi ci sono sempre più single.

Quindi?
Quindi è importante sapere cogliere determinati campanelli d’allarme, magari legati al vicino di casa che vive da solo. 

Cosa sta facendo la politica di fronte a questo problema?
Su scala nazionale sono stati definiti obiettivi chiari. Ad esempio, per ciò che riguarda la formazione del personale socio sanitario. È importantissimo conoscere a fondo la malattia. Poi si sta riflettendo sull’aumento di posti letto per soggiorni temporanei. In modo di dare la possibilità alle famiglie di tirare il fiato. Vi sono anche dei riconoscimenti finanziari al famigliare curante. Perché magari è costretto a ridurre il tempo lavorativo per stare accanto al proprio caro.  

Commenti
 
Lorenza Mauri 6 mesi fa su fb
La memoria può sparire anche con un’ischemia
CandidaMartins 6 mesi fa su fb
Mitsh Mitsh 6 mesi fa su fb
Ma a dire la verità l'Alzheimer e già raddoppiato gli ultimi anni...
Tato50 6 mesi fa su tio
Quelli che si dimenticano di pagare fatture e tasse, sono già nel presente ;-)
Cinzia Cattaneo Airaghi 6 mesi fa su fb
Una malattia che per certi versi è peggio di un tumore 😢
Mara Grisoni 6 mesi fa su fb
Cinzia Cattaneo Airaghi per chi ti sta accanto si..
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Come mai ai medici non viene ? Semplice . Non fanno i vacini dell'influenza 😎
Nenno Bobonoo 6 mesi fa su fb
Ignoranza pura.
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Nenno Bobonoo ok sono sempre i fatti a vincere non le parole auguri
Mara Grisoni 6 mesi fa su fb
Ma che cavolo c'entrano i vacini ora?
Anna Zollino 6 mesi fa su fb
Benedetto Craco commento stupido
Alessandro Milani 6 mesi fa su fb
Uella crac.....ma che fava dici?
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Mara Grisoni cerca su Google
Michela Michi 6 mesi fa su fb
Benedetto Craco ah beh se è scritto su google allora ci crediamo🤣
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Michela Michi anche sui libri
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Ragazzi uno dice una cosa ,poi ognuno fa le sue scelte 👍
Mara Grisoni 6 mesi fa su fb
Benedetto Craco l'Alzheimer esiste da ben prima della nascita di Google...
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Mara Grisoni l'influenza spagnola dopo aver vaccinato i militari americani mandati in europa a impestare tutti gli altri ragazzi europei
Mara Grisoni 6 mesi fa su fb
Benedetto Craco ma non crediamo a tutto quello che leggiamo in internet. Si vive meglio.
Benedetto Craco 6 mesi fa su fb
Mara Grisoni ok Ciao buona giornata
Karin Lüthi 6 mesi fa su fb
Benedetto Craco anche ai medici viene tranquillo...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 20:50:59 | 91.208.130.86