ULTIME NOTIZIE Ticino
AGNO
4 ore
L'altra faccia del Luna Park: «Genitori aiutateci»
Le serate d'estate riservano qualche spiacevole sorpresa e il comune di Agno è confrontato con una situazione delicata.
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
«La pandemia ci ha fatto riscoprire il chilometro zero»
In Ticino come nel resto della Svizzera in molti hanno iniziato a fare la spesa in fattoria invece che al supermercato
FOTO E VIDEO
RIVIERA
8 ore
«Ecco il mio ritrovamento raro»
Il gufo reale si trovava nei pressi della palestra di Osogna. Elvis ha atteso l'arrivo della Protezione animali
CHIASSO
9 ore
Perché quel parco è praticamente inaccessibile?
Orari restrittivi e aleatori per i giardini accanto alle scuole di Chiasso, denuncia un'interrogazione.
MURALTO
9 ore
«Io, transgender, non permetto più a nessuno di ferirmi»
Kendra si è raccontata su PiazzaTicino, per aiutare chi come lei non si sente a suo agio nel corpo in cui è nato.
LOCARNO
10 ore
Mappo-Morettina brevemente chiusa, traffico in tilt sul piano
Un lieve incidente ha causato l'interruzione momentanea del traffico in entrambe le direzioni. Il tunnel è ora aperto.
FOTO
SAN VITTORE (GR)
10 ore
La nuova vita del grotto Matafontana
Il termine centrale è “bene comune”: cibo locale a prezzi contenuti, attività ricreative e aggregazione
CANTONE
11 ore
Ecco tutti i diplomati de "La Commerciale"
Consegnati gli attestati federali e i diplomi di commercio per gli allievi che hanno ultimato i loro studi quest'anno.
CANTONE
13 ore
Caldo sopportabile? È grazie al ritorno "delle Azzorre"
Quest'anno l'anticiclone proveniente dall'arcipelago nell'Atlantico sembra prevalere su quello Africano.
FOTO E VIDEO
LUGANO
13 ore
Ecco il nuovo LuganoDante
Presentata la rinnovata e ambiziosa veste dell'hotel.
LOCARNO
14 ore
«Io ragazzo transgender di 23 anni»
Su PiazzaTicino.ch incontriamo Kendra, che ci racconta la sua esperienza di vita
MENDRISIO
15 ore
A che punto siamo con la bio-piscina?
I consiglieri comunali chiedono alla Città di Mendrisio lumi sul progetto ad Arzo
CANTONE
15 ore
Le risorse umane dell'EOC passano a Monica Ghielmetti
Dal prossimo 1. gennaio sostituirà Piero Luraschi. Sarà la quarta donna a far parte della direzione generale dell'Ente
LUGANO
16 ore
Lugano Bike Emotions salta al 2021
Il motivo? Non ci sono le condizioni per far rispettare le misure di protezione lungo tutto il percorso
BELLINZONA
16 ore
Opere di pavimentazione a Carasso
Il cantiere è in programma tra lunedì 20 e venerdì 31 luglio lungo via Galbisio
CANTONE
17 ore
Covid, 5 nuovi casi in Ticino
Non si segnalano nuove ospedalizzazioni, e nessun nuovo decesso.
CANTONE
18 ore
A2, veicolo in avaria nel S. Salvatore
Chiusa la corsia di destra in direzione nord.
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
Concorso di danza del Percento culturale Migros, ticinese premiata
È la locarnese Mara Peyer, che studia a Zurigo
AGNO
19 ore
Ragazzi che "creano problemi": «Sospendiamo il Luna Park»
Il municipale e vicesindaco Andrea Bernasconi chiede una «presa di posizione energica» e ronde da parte della polizia.
GAMBAROGNO
19 ore
Un nuovo look per Casenzano
L'investimento? Di poco inferiore al mezzo milione di franchi
CANTONE
21 ore
«Dopo il caso Woodstock, troppa paura»
Covid 19: vita notturna ticinese sempre più in crisi. Gli esercenti incrociano le dita.
LUGANO
19.08.2019 - 09:300
Aggiornamento : 11:31

La memoria che sparisce: è il dramma del futuro

Sempre più casi di Alzheimer in Svizzera. E in Ticino sono quasi ottomila. Entro il 2040, potrebbero raddoppiare. La specialista: «L’estate è un periodo delicato» 

LUGANO – All’inizio si dimenticano le cose. Perdono gradualmente la memoria. Poi c’è chi si aggrava. Non sa più chi è. E non riconosce più le persone care. In Svizzera sono 148.000 i malati di Alzheimer, quasi 8.000 in Ticino. Entro il 2040, queste cifre potrebbero raddoppiare. «Ogni anno – spiega Ombretta Moccetti, responsabile del centro competenze Alzheimer di Lugano – si registrano oltre 28.000 nuovi casi a livello nazionale. Il periodo più delicato? Quello estivo».

Perché questo boom negli ultimi due decenni?
Principalmente perché è aumentata la speranza di vita. La popolazione è sempre più anziana. Una volta si moriva prima e certe malattie non subentravano.  

Cosa accade in pratica a un malato di Alzheimer? 
A livello cerebrale alcune cellule muoiono e non vengono più nutrite. Alcune parti del cervello non si connettono più. E la massa cerebrale diventa più piccola. Questo ha una ripercussione su tutte le funzioni corporee. 

Perché l’estate è il periodo più a rischio?
Gli anziani bevono poco e si disidratano facilmente. Chi si trova già in uno stato confusionale, rischia dunque di peggiorare la propria situazione. 

L’estate corrisponde anche al momento in cui i famigliari vanno in vacanza. 
Esatto. Queste persone, quindi, magari vengono affidate provvisoriamente a strutture di soggiorno temporaneo. Il cambiamento di ambiente può causare problematiche ulteriori. 

I costi sociali esploderanno ulteriormente anche a causa della demenza senile?
Al momento in Svizzera ci sono ben 444.000 persone che si occupano di un famigliare colpito da demenza. Si fa il possibile per tenere il paziente a casa e per contenere i costi. Solo nei casi avanzati, in cui subentrano anche problemi fisici, si procede a un ricovero. 

Cosa significa avere un parente malato di Alzheimer?
Vivere in un costante stato di preoccupazione e di stress. Ma anche di frustrazione e di impotenza. Vedere deteriorarsi una persona che una volta era lucida e attiva, è logorante. 

Qual è il vostro ruolo? 
Offriamo consulenza e sostegno ai malati e alle famiglie su come comportarsi nella quotidianità. Spesso i malati non sono coscienti delle loro limitazioni: una regola d’oro è quella di evitare di contraddire un malato di Alzheimer perché è inutile e si rischia di provocare reazioni aggressive. E poi cerchiamo di sensibilizzare l’opinione pubblica. 

Con quale obiettivo?
La società dovrà sempre più convivere con questa malattia, che non è guaribile. Se le persone sono sensibilizzate a dovere, possono essere di grande aiuto anche per il mantenimento di un potenziale paziente a casa. E poi ci sono sempre più single.

Quindi?
Quindi è importante sapere cogliere determinati campanelli d’allarme, magari legati al vicino di casa che vive da solo. 

Cosa sta facendo la politica di fronte a questo problema?
Su scala nazionale sono stati definiti obiettivi chiari. Ad esempio, per ciò che riguarda la formazione del personale socio sanitario. È importantissimo conoscere a fondo la malattia. Poi si sta riflettendo sull’aumento di posti letto per soggiorni temporanei. In modo di dare la possibilità alle famiglie di tirare il fiato. Vi sono anche dei riconoscimenti finanziari al famigliare curante. Perché magari è costretto a ridurre il tempo lavorativo per stare accanto al proprio caro.  

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lorenza Mauri 11 mesi fa su fb
La memoria può sparire anche con un’ischemia
CandidaMartins 11 mesi fa su fb
Mitsh Mitsh 11 mesi fa su fb
Ma a dire la verità l'Alzheimer e già raddoppiato gli ultimi anni...
Tato50 11 mesi fa su tio
Quelli che si dimenticano di pagare fatture e tasse, sono già nel presente ;-)
Cinzia Cattaneo Airaghi 11 mesi fa su fb
Una malattia che per certi versi è peggio di un tumore 😢
Mara Grisoni 11 mesi fa su fb
Cinzia Cattaneo Airaghi per chi ti sta accanto si..
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Come mai ai medici non viene ? Semplice . Non fanno i vacini dell'influenza 😎
Nenno Bobonoo 11 mesi fa su fb
Ignoranza pura.
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Nenno Bobonoo ok sono sempre i fatti a vincere non le parole auguri
Mara Grisoni 11 mesi fa su fb
Ma che cavolo c'entrano i vacini ora?
Alessandro Milani 11 mesi fa su fb
Uella crac.....ma che fava dici?
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Mara Grisoni cerca su Google
Michela Michi 11 mesi fa su fb
Benedetto Craco ah beh se è scritto su google allora ci crediamo🤣
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Michela Michi anche sui libri
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Ragazzi uno dice una cosa ,poi ognuno fa le sue scelte 👍
Mara Grisoni 11 mesi fa su fb
Benedetto Craco l'Alzheimer esiste da ben prima della nascita di Google...
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Mara Grisoni l'influenza spagnola dopo aver vaccinato i militari americani mandati in europa a impestare tutti gli altri ragazzi europei
Mara Grisoni 11 mesi fa su fb
Benedetto Craco ma non crediamo a tutto quello che leggiamo in internet. Si vive meglio.
Benedetto Craco 11 mesi fa su fb
Mara Grisoni ok Ciao buona giornata
Karin Lüthi 11 mesi fa su fb
Benedetto Craco anche ai medici viene tranquillo...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-16 04:02:39 | 91.208.130.87