Sapori Ticino
Uno dei momenti eno-gastronomici vissuti presso la Maison Ticino di Vevey.
CANTONE / VAUD
12.08.2019 - 11:370

Maison Ticino saluta Vevey: «È stato bellissimo»

Si è chiuso ieri il sipario sulla Fête des Vignerons e la squadra di Sapori Ticino, tira le somme della trasferta vodese

VEVEY - «23 giorni indimenticabili». Sono quelli vissuti dallo staff di Sapori Ticino nel cuore pulsante della Fête des Vignerons, grazie al progetto di Maison Ticino che ha portato le eccellenze del nostro cantone in uno degli appuntamenti più attesi di questo 2019.

All’interno del Grand Hotel du Lac di Vevey, per tutta la durata della manifestazione, la bandiera ticinese della Maison ha portato in alto le eccellenze enogastronomiche del nostro cantone. 14 chef ticinesi si sono scambiati il testimone per una staffetta gourmet in onore della cucina di casa nostra, dimostrando al pubblico di Vevey la propria creatività nell’interpretare i prodotti agroalimentari ticinesi.

Ad accompagnare i piatti ticinesi, alla Fête des Vignerons non potevano ovviamente mancare i vini. «Sono stati consumati più di 2'200 piatti ticinesi, durante queste settimane – sottolinea Dany Stauffacher, ideatore del progetto - è un risultato importante che non credevamo possibile prima dell’inizio. La nostra collaborazione con il Grand Hotel du Lac ci ha permesso di arrivare al pubblico a 360 gradi, essendo in una posizione strategica, nel cuore pulsante della manifestazione. A darci una mano, di certo, sono state testate giornalistiche importanti che hanno parlato di noi e dei nostri piatti, pensiamo ad esempio a GaultMillau e a vari quotidiani locali della zona di Losanna. Ma il successo di Maison Ticino è dato soprattutto dalla sua trasversalità: con una ventina di franchi, infatti, si poteva gustare un piatto di trenette al pomodoro, rigorosamente ticinese. Inoltre, in maniera del tutto naturale, la nostra Maison è diventata un punto di riferimento per i tanti ticinesi che hanno visitato la festa, primi fra tutti Daniele Finzi Pasca e la sua Compagnia».

Aperta a tutti e sempre pronta ad accogliere con l’ospitalità tipica del Ticino, la Maison ha dimostrato di essere un progetto corale che, oltre a coinvolgere molti e diversi attori, ha dato spazio a tante realtà di raccontarsi, come anche agli artigiani del territorio che hanno esposto i loro manufatti proprio negli spazi eleganti del Grand Hotel du Lac. «È stato un bellissimo gioco di squadra – continua Stauffacher – che ha messo in luce tutte le eccellenze enogastronomiche del nostro splendido cantone. Partendo dagli operatori del turismo, che hanno sfruttato la piattaforma di Maison Ticino come palcoscenico per raccontare le nostre destinazioni e che ci hanno sostenuto, fino ai fornitori di materie prime di qualità, come Tior per le verdure e Cetra per i formaggi. Il nostro è stato un vero team, con ciascuno degli attori perfetto nel suo ruolo di partner».

 

Sapori Ticino
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 03:16:47 | 91.208.130.86