Tipress
Hassan Gemmo il giorno della consegna delle firme
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
8 min
Ciclisti attenzione, il marciapiede non è per tutti
CANTONE
11 min
Studi sulla Fashion Valley: «Evitiamo un altro flop»
CANTONE
33 min
Piangono i lidi, non gli alberghi, mentre il meteo si promuove
CANTONE
1 ora
L'incubo di Sergio Devecchi dentro gli istituti per minori
CANTONE
2 ore
«Macchinisti stranieri ubriachi, quali sono i controlli?»
MORBIO INFERIORE
3 ore
È scomparsa Anastasia Kuebler
CANTONE
3 ore
«Mio figlio quasi si ammazza cadendo da quel ponte sospeso»
CANTONE
3 ore
Se una buona azione passa dal cibo
LUGANO
11 ore
Swiss Engineering ha eletto il nuovo comitato
ASCONA
14 ore
A scuola di talento con Maurizio Ganz
BELLINZONA
15 ore
La grande famiglia dei pompieri di Bellinzona festeggia 190 anni
CANTONE
15 ore
Un successo la prima Festa Filippina
ASTANO
16 ore
Moltiplicatore al 110%: «Statistiche o solo suggestioni?»
LOSONE
16 ore
Tagli all'Agie Charmilles, lasciate a casa 14 persone
CANTONE
17 ore
Salario minimo, Unia smentisce Caprara: «Proposta tutt'altro che consensuale»
CANTONE
21.02.2019 - 18:110

Berna revoca l’espulsione dei due ragazzi Gemmo

La Segreteria di Stato della migrazione ha riaperto la procedura d'asilo per la famiglia curdo-siriana. L'avvocato Paolo Bernasconi: «Soddisfazione oggi, ma quanti casi analoghi finiti male»

BERNA/LUGANO - Hanno vissuto col fiato sospeso dallo scorso giugno, quanto l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti dell’uomo aveva imposto al Sem di sospendere l’espulsione dei due giovani maggiorenni. Oggi la famiglia curdo-siriana dei Gemmo, papà, mamma e cinque figli, può tornare a sorridere. Controllata da presso dall’Onu di Ginevra la Segreteria di Stato della migrazione (Sem) ha revocato l’espulsione verso la Grecia dei due figli, tra cui Hassan nella foto, diventati maggiorenni. Per i due ragazzi sostenuti dalla raccolta di firme promossa dai compagni del Liceo di Lugano non è ancora fatta, ma la procedura di asilo per loro e per la famiglia è stata riaperta. Soddisfazione più che palpabile anche tra i legali dei ragazzi - gli avvocati Immacolata Iglio Rezzonico e Paolo Bernasconi - che sono riusciti a riaprire il caso dopo che anche il Tribunale amministrativo federale nel marzo 2018 aveva confermato l’espulsione.

«Due fattori sono stati importanti - commenta l’avvocato Paolo Bernasconi - la petizione per la quale va il primo ringraziamento ai ragazzi del Liceo e l’idea, dopo che tutte le altre strade erano state esaminate, di portare il caso davanti alle Commissione per la protezione del fanciullo delle Nazioni Unite». C’è sollievo, aggiunge l’avvocato, «per la revoca di questa misura feroce. Ma nel momento della soddisfazione resta la tristezza e la frustazione per i tanti altri casi Gemmo finiti male». Il diritto costituzionale alla protezione giuridica, ricorda Bernasconi, è spesso vanificato dai costi delle procedure di ricorso fuori della portata per queste famiglie che arrivano in Svizzera senza mezzi economici.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-21 09:44:05 | 91.208.130.87