ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
9 ore
Nuovo corso alla Corsi
CANTONE
9 ore
Soccorritori e sub si esercitano in vista dell'estate
CANTONE
12 ore
Patriziati riuniti in assemblea
CAMORINO
13 ore
Portali aperti al cantiere Alptransit
CANTONE
15 ore
Bellinzona diventa “Fair Trade Town”
CANTONE
15 ore
100 anni del Dono nazionale svizzero
LUGANO
16 ore
Nuda e in stato confusionale sul lungolago
AIROLO
17 ore
Incidente sull'A2, feriti due occupanti del bus
AIROLO
18 ore
Incidente in autostrada, coinvolto un bus
CAMPIONE D’ITALIA
19 ore
«Campione colpito da calamità»
GORDOLA
19 ore
I bimbi sperimentano con le loro mani
CANTONE
19 ore
Flussi migratori e pressione alla frontiera nell'incontro con i Cantoni
AGNO
22 ore
Interruzioni notturne sulla linea FLP
GAMBAROGNO
1 gior
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
1 gior
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
CHIASSO
06.02.2018 - 16:570
Aggiornamento : 22:02

Ipus e Unipolisi, due arresti a dicembre

Lo ha reso noto oggi la Procura, a seguito delle notizie trapelate sui media

CHIASSO - Il Ministero Pubblico ticinese fa chiarezza sul caso Ipus-Disentis. A seguito delle notizie apparse oggi sui media - anche Tio.ch ha ripreso le testimonianze di ragazzi italiani truffati, iscritti alle facoltà di fisioterapia e scienze infermieristiche -, la Procura ha reso noto di avere aperto un procedimento nei confronti di «diverse persone». Due ex dirigenti della discussa Unipolisi, in particolare, sono stati arrestati a dicembre 2017.

I due, precisa una nota, erano già stati oggetto di un procedimento penale in passato per avere gestito a Chiasso un'altra struttura para-universitaria, la Ipus. Nei loro confronti si ipotizzano i reati di appropriazione indebita, truffa e amministrazione infedele aggravata, sub. semplice.

L'inchiesta è condotta dalla Procuratrice pubblica Raffaella Rigamonti.  

1 anno fa Da Milano ai Grigioni per studiare Fisioterapia, truffati
1 anno fa La Ipus «non è mai stata un ateneo»
3 anni fa La Ipus si difende: "Mai fatto pubblicità ingannevole"
3 anni fa «Siamo sommersi da telefonate di genitori preoccupati»
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-26 06:10:57 | 91.208.130.87