CANTONE
22.01.2018 - 11:130

Unitas: «Sosteniamo il servizio pubblico radiotelevisivo»

L'Associazione ciechi e ipovedenti parteciperà alla manifestazione indetta per sabato 27 gennaio a Bellinzona

LUGANO - La Unitas, Associazione ciechi e ipovedenti della Svizzera italiana, ha deciso di aderire con una sua delegazione alla manifestazione indetta dall'ESSM (Sindacato dei Massmedia) sabato 27 gennaio a Bellinzona in difesa del servizio pubblico radiotelevisivo.

Di fatto Unitas si allinea alla posizione assunta dalla Federazione svizzera dei ciechi e deboli di vista, che ha deciso di non sostenere l'iniziativa No Billag. «Le emittenti radio e TV - sottolinea Unitas in una nota odierna - costituiscono dei canali prioritari e irrinunciabili per l'accesso all'informazione e alla cultura delle persone cieche e ipovedenti».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-29 07:14:15 | 91.208.130.86