CANTONE
09.09.2015 - 14:060

EOC, “verso la disintegrazione”

BELLINZONA - Matteo Pronzini (MPS) ha voluto richiamare l’attenzione del Consiglio di Stato sull’EOC, sostenendo che la “Direzione e CdA, con l’assistenza del DSS, stanno da tempo preparando il terreno per una disintegrazione dell’Ente Ospedaliero, con l’obiettivo di offrire ancora più spazio (ed occasioni di profitto) al settore sanitario e ospedaliero privato”.

“Questo progetto di privatizzazione - ha continuato - ha il suo baricentro nel Luganese e si concretizza attorno alla costituzione di una personalità giuridica mista tra il gruppo immobiliare-sanitario Genolier (Sant’Anna e Ars Medica)  e l’EOC per un centro madre-donna-bambino. Centro che dovrebbe sorgere a Sorengo, accanto alla clinica Sant’Anna”.

Pronzini chiede quindi se Paolo Beltraminelli, rappresentante del CdS nel CdA dell’EOC, ha informato il CdS di questa politica dei fatti compiuti.

Al Consiglio di Stato viene chiesto se non ritiene di intervenire nei confronti del CdA e della direzione dell’EOC per rammentare  i loro limiti e per evitare che si ripetano tali situazioni, “per evitare che, ancora una volta, la direzione dell’EOC annunci pubblicamente delle decisioni che, di fatto, non hanno alcuna base legale per essere messe in pratica e richiedono cambiamenti legislativi sui quali le autorità politiche e la popolazione stessa dovrebbero pronunciarsi”.

Informazioni vengono anche chieste in merito al rinnovo del CdA, quali date e quali modalità verranno adottate per le nomine.

Potrebbe interessarti anche
Tags
eoc
cda
direzione
disintegrazione
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-07-16 14:43:57 | 91.208.130.86