Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SAN GALLO
36 min
A 227 chilometri orari sull'autostrada A1
Si tratta di un diciottenne che è incappato in un controllo radar della polizia sangallese
ZURIGO
1 ora
Solo la metà del personale si vaccina nelle case anziani di Zurigo
«È deludente», afferma Gabriela Bieri, co-responsabile della campagna di vaccinazione cantonale negli istituti.
SVIZZERA
1 ora
Più minacce nei confronti dei docenti
Il fenomeno sarebbe dovuto all'uso più intensivo di mezzi di comunicazione digitale a causa della pandemia
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 ora
«Il 5G per evitare il collasso della rete»
La crescente trasmissione di dati, richiede una tecnologia più performante. Lo mostra uno studio Sotomo
SVIZZERA
1 ora
Elicottero Rega e aereo pericolosamente vicini
Il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza ha avviato un'indagine sull'episodio avvenuto in territorio austriaco
ZURIGO 
2 ore
Il capo della task force: «C'è margine per altri allentamenti»
Lo specialista esprime la sua sorpresa per lo sviluppo della situazione, anche nel confronto con altri Paesi
SVIZZERA
2 ore
Rissa con venti persone: ferite gravi per un 15enne
L'episodio si è verificato la scorsa notte a Basilea. Sono comparsi coltelli, spray urticanti e altri oggetti
SVIZZERA
14 ore
Un funzionario ha falsificato per nove anni dei moduli per gli aiuti statali
Oltre 1 milione di franchi è finito in modo ingiustificato a delle imprese private
LE FOTO
SVIZZERA
17 ore
Fermano il traffico, in nome del clima
Alcuni attivisti del gruppo "Extinction Rebellion" hanno bloccato i veicoli in diverse città elvetiche
SOLETTA
19 ore
Precipita un piccolo aereo, due vittime
Si tratterebbe di un 57enne e di un 49 enne, partiti da Grenchen
SVIZZERA
19 ore
«Gli svizzeri non sono abituati a un forte intervento del Governo»
Secondo il politologo Swen Hutter, è questo il motivo per cui si scende in piazza a protestare
FRIBURGO
19 ore
Sfreccia a 152 km/h sull'80, 19enne nei guai
La patente del giovane - che viaggiava con un mezzo noleggiato - è stata ritirata
IL VIDEO
ARGOVIA
21 ore
Manifestazione ad Aarau: poliziotto colpito con una testata
Ha avuto luogo nel pomeriggio un corteo contro le misure anti-Covid, ma non è stato autorizzato
SVIZZERA
23 ore
«Sì all'Ue, no all'accordo»
È la posizione dei vertici del Partito socialista. Il co-presidente Cédric Wermuth oggi ha lanciato un appello
SVIZZERA
01.07.2019 - 08:510

«Il canone potrebbe aumentare di cinquanta franchi»

Il consigliere nazionale UDC Gregor Rutz vuole abolire la tassa radio-tv per le imprese. Ma tale mossa rischierebbe di penalizzare i cittadini

BERNA - Con il canone per tutti, l’importo che si paga annualmente per la radio e la televisione è sceso a 365 franchi. Insomma, un franco al giorno, come aveva sottolineato a più riprese l’allora consigliera federale Doris Leuthard. Ma ora il canone potrebbe tornare a oltre quattrocento franchi. È il rischio che si corre se la tassa viene abolita per le imprese, come sottolineano le associazioni in difesa dei consumatori.

Oggi la Commissione delle telecomunicazioni degli Stati si chinerà infatti sull’iniziativa parlamentare avanzata dal consigliere nazionale UDC Gregor Rutz, che chiede appunto di abolire il canone radio-tv per le imprese. Attualmente quelle con una cifra d’affari superiore ai 500’000 franchi sono infatti chiamati a pagarlo in base ai risultati, ma almeno 365 franchi. Una «doppia imposizione» a cui Rutz vuole dare un taglio.

Ma le associazioni dei consumatori mettono in guardia: con l’ok della commissione, la fattura Serafe rischia di aumentare per le economie domestiche. André Bähler, responsabile del comparto politica ed economia presso la Fondazione per la protezione dei consumatori, parla di un incremento di 50 franchi. «Persone con reddito basso e beneficiari dell’assistenza dovrebbero continuare a pagare il canone, mentre aziende come Nestlé e UBS sarebbero esonerate». E Bähler sottolinea che già ora il 75% delle imprese non sottostà alla tassa radio-tv, poiché la loro cifra d’affari è inferiore ai 500’000 franchi. Insomma, la tassa viene pagata soprattutto dai privati.

Gregor Rutz assicura, comunque, che la sua iniziativa non intende pesare sui cittadini. Anzi: il consigliere nazionale ritiene che all’interno della SRG SSR ci sia ancora margine per risparmiare. «Con la nuova direzione dell’azienda, il dialogo è diventato più facile. E la volontà di risparmiare non manca».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
beta 1 anno fa su tio
E un'iniziativa per fare pagare il canone a 100 Fr ? Poi visti i fenomeni ci sarebbe sempre chi voterebbe contro . Allora pagate e tacete .
Tato50 1 anno fa su tio
Cosa disse Fantozzi ? "È una cagata pazzesca" ;-((
Mag 1 anno fa su tio
Bella presa per il kiulo ... sarebbe ora che si voti affinché i politici non siano più pagati; la loro "paga" deve essere l'orgoglio di essere un patriota e l'ammirazione di servire il Popolo ... poi vediamo se vi sta bene la buttanada che avete pensato. Fatto cosi' il politico lo può fare chiunque, anche Poldo (quello di Braccio di ferro con il QI da scimpanzé).
don lurio 1 anno fa su tio
Io sono favorevole all'aumento speriamo di Fr. 100.- così posso vedere altre 400 canali … comunque io ne guardo uno alla volata Per fortuna ho preso una TV e Radio ed internet a Liesing….
pontsort 1 anno fa su tio
In fondo era l'udc a dire che il canone sarebbe salito. Ora devono pur trovare un modo di dimostrare di avere ragione
pontsort 1 anno fa su tio
E pensare che basterebbe metterlo nel budget della confederazione per toglierci questo circo. Ma evidentemente è troppo semplice
GI 1 anno fa su tio
prima la carota....poi il bastone....che pata !!
curzio 1 anno fa su tio
Il canone pagato dalle imprese lo paghiamo noi cittadini! Infatti, le tasse a carico delle imprese (canone TV, tassa sul CO2, tassa sul traffico pesante, ecc...) viene semplicemente caricato nel prezzo finale del prodotto o della prestazione che paga il cliente finale. Cioè noi!
seo56 1 anno fa su tio
Quando la politica ci prende per i fondelli. Ecco perché ho votato SI all’iniziativa «No Billag» .
volabas 1 anno fa su tio
Abbiamo votato, e la maggioranza a favore, quindi adesso non lamentatevi, e se vi brucia usate un secchio di camilosan, buffoni
Blobloblo 1 anno fa su tio
Povere imprese con un fatturato superiore ai 500 mila Fr! Come fanno a pagare 365 fr di canone?
curzio 1 anno fa su tio
@Blobloblo 365 è il canone minimo. Le impreseproporzionalmente in base al fatturato. E fatturato non significa utili!
Blobloblo 1 anno fa su tio
@curzio Ok va bene, grazie per la precisazione... comunque anche il nostro stipendio non è il nostro utile, e non fanno nessun calcolo, si paga quello e basta.... Penso anche che le aziende non vadano in fallimento per pagare un canone...
curzio 1 anno fa su tio
@Blobloblo In quante aziende i dipendenti passano il tempo a guardare la TV? E anche se guardassero la TV, i singoli dipendenti già pagano privatamente il loro canone. Comunque, consolati. Le diverse tasse (tassa sul CO2, tassa sul traffico pesante, tassa sui posteggi, canone televisivo, tassa sui rifiuti, tasse doganali, ecc..) nono sono un problema per le aziende. Tutte le spese vengono calcolate e incluse nel prezzo finale del prodotto o della prestazione venduta al cliente. Quindi, alla fine, pagano i cittadini!
Loll 1 anno fa su tio
Ma che se la paghi il signor gregor rutz. Già arrivare a fine mese è una missione impossibile. Cari politici ma lo volete capire che con il vostro stipendio campate bene e noi dobbiamo vendere organi per vivere? Aumentare gli stipendi no ma il resto si? E basta c....o non se ne può più
jena 1 anno fa su tio
e la presa per il ... continua...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-09 12:17:15 | 91.208.130.86