Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
9 min
«Solo insieme l'umanità riuscirà ad affrontare le sfide del futuro»
SVIZZERIA
34 min
Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione
SVIZZERA
44 min
Donazione di sperma: «Ora si può sapere chi è il padre»
SVIZZERA
2 ore
Raccolte in meno di 5 mesi le firme per i ghiacciai
SVIZZERA
2 ore
Più soldi per promuovere lo sport
SVIZZERA
3 ore
Roche si dice pronta a compensare le perdite causate dai biosimilari
SVIZZERA
3 ore
Scorie radioattive, autorizzate le perforazioni nel Giura
ARGOVIA
4 ore
A 18 anni perde la vita sulla moto
SVIZZERA
4 ore
Gli allievi maschi svantaggiati dalla scuola svizzera?
SVIZZERA
4 ore
Ed infine (non) arrivano... i droni
SVIZZERA
4 ore
BNS: averi a vista aumentati di 0,8 miliardi di franchi
SVIZZERA
5 ore
Salt: nessuna fretta nella realizzazione della rete 5G
SVIZZERA
5 ore
Basta con la libera circolazione? Dibattiti "accesi" a Berna
ZURIGO
5 ore
Pestati brutalmente da cinque persone «perché siete gay»
SCIAFFUSA
7 ore
Incidente mortale con un gommone sul Reno
SVIZZERA
08.06.2019 - 17:310

Elezioni federali, rischio Rezo anche per i partiti svizzeri?

Come accaduto in Germania, c'è chi teme che un giovane youtuber possa spostare parecchi voti durante la campagna elettorale

ZURIGO - I grandi partiti svizzeri sono sul chi vive per il "rischio Rezo": vi è chi teme che anche in Svizzera, come è successo in Germania, un giovane youtuber possa fare un'entrata fracassante nella campagna elettorale, spostando parecchi voti, riferisce oggi la Schweiz am Wochenende.

Qualche giorno prima delle elezioni europee in Germania l'influencer Rezo ha pubblicato un video in cui, basandosi su statistiche e approfondimenti, attaccava i partiti di governo CDU e SPD, sostenendo che non avevano fatto abbastanza per la protezione del clima. Il filmato di quasi 55 minuti ha fatto registrare oltre 14 milioni di visualizzazioni. Particolarmente messa sotto pressione, la leader CDU Annegret Kramp-Karrenbauer ha reagito proponendo regole più severe per la diffusione di contenuti su internet, provocando una bufera e accuse di censura.

Stando alla Schweiz am Wochenende in vista delle elezioni del 20 ottobre ci si chiede ora se qualcosa di simile sarebbe possibile pure in Svizzera. Nel mirino potrebbero finire i tre principali partiti: l'UDC, perché contro l'Europa e contro quella che considererebbe l'"isteria climatica", il PLR, poiché in materia di ambiente farebbe promesse a cui non seguirebbero fatti concreti, e il PS, per la cultura interna del dibattito e le recenti diserzioni di esponenti di spicco.

Un solo politico ammette però apertamente che il pericolo esiste: il consigliere nazionale Thomas Matter (UDC/ZH). «Dobbiamo tenere sotto controllo queste azioni, dobbiamo aspettarci che l'Operazione Libero organizzi qualcosa di simile contro di noi», indica Matter al settimanale.

Importante in Svizzera potrebbe essere anche l'impatto di chi fa satira, come Michael Elsener, che in una trasmissione televisiva SRF ha spiegato l'acronimo tedesco FDP (equivalente a PLR) come "Fuck de Planet". Non molto tempo dopo la presidente liberale radicale Petra Gössi ha operato una sterzata verso l'ecologia.

Secondo un esperto contattato dalla Schweiz am Wochenende il video di Rezo rappresenta un profondo cambiamento nella comunicazione politica: una sola persona con tanti seguaci arriva oggi sui media sociali ad avere l'impatto che in passato aveva solo un grande editore.
 
 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 15:28:17 | 91.208.130.85