Keystone
BERNA
17.05.2019 - 18:000

Registro delle esecuzioni, il domicilio deve essere controllato per evitare gli abusi

Al momento per ottenere un estratto "vergine", basta infatti rivolgersi a un altro ufficio d'esecuzione rispetto a quello a cui è stata fatta la richiesta

BERNA - Il domicilio di colui che chiede un estratto del registro delle esecuzioni dovrebbe essere controllato. All'unanimità, la Commissione degli affari giuridici degli Stati sostiene una mozione del Nazionale in tal senso.

Il testo, inoltrato da Martin Candinas (PPD/GR), vuole obbligare gli uffici di esecuzione a una verifica del domicilio prima di rilasciare un estratto. Secondo il parlamentare grigionese, la prassi attuale lascia la porta aperta ad abusi. Per ottenere un estratto "vergine", basta infatti rivolgersi a un altro ufficio d'esecuzione rispetto a quello a cui è stata fatta la richiesta.

Il Consiglio federale è a conoscenza del problema. Preferirebbe puntare sull'introduzione di un estratto del registro delle esecuzioni uniformato a livello federale. Il domicilio civile non corrisponde infatti sempre al luogo in cui la persona si è annunciata o ha depositato i propri documenti ufficiali.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-25 23:37:01 | 91.208.130.86